Menu
Cerca

Alfa, criticità nella fornitura idrica per il gran caldo

Si invitano i cittadini a limitare, per quanto possibile, l'utilizzo dell'acqua per il consumo non umano nelle ore diurne.

Alfa, criticità nella fornitura idrica per il gran caldo
Cronaca 29 Giugno 2019 ore 08:33

A causa del caldo problemi con la fornitura dell'acqua

Alfa segnala problemi

A causa dei consumi eccezionali di acqua dovuti al caldo inatteso di questi giorni, gli impianti di Alfa Srl (gestore provinciale del servizio idrico integrato) sono particolarmente “sotto stress” in alcuni Comuni del territorio in cui la società opera.

Tecnici al lavoro

I tecnici di Alfa Srl sono  al lavoro senza sosta, H24, per monitorare la situazione e per risolvere le criticità che sono emerse, anche in collaborazione con Prealpi Servizi, la società che gestisce i due acquedotti provinciali di Barza e dell'Arnona.

Gallarate la situazione più critica

A Gallarate in particolare si è riscontrata la situazione più critica, in seguito alla rottura di una delle pompe che alimentano l'acquedotto comunale, che ha provocato disagi nell'approvvigionamento di acqua nelle zone della Boschina e dei Ronchi. La sostituzione della pompa potrà avvenire solo nella giornata di domani mattina, pertanto potrebbero verificarsi ancora dei disservizi nella fornitura sulla rete idrica comunale.Anche a Brebbia ieri sera la rottura di una pompa ha provocato problemi di fornitura nella zona alta del Comune, una criticità affrontata alimentando la rete da Besozzo.

Scompensi anche a Venegono Superiore

Altri disservizi si sono verificati a Vergiate, dove alcune grosse perdite hanno provocato scompensi a livello di rete, e a Venegono Superiore, dove l'alimentazione della rete idrica è stata garantita grazie al collegamento con l'acquedotto provinciale dell'Arnona gestito da Prealpi Servizi.

In considerazione dell'aumento eccezionale dei consumi di acqua di questi giorni, Alfa Srl invita i cittadini a limitare, per quanto possibile, l'utilizzo dell'acqua per il consumo non umano nelle ore diurne, in particolare evitando il riempimento e reintegro di acqua per le piscine, l'innaffio delle aree verdi e il lavaggio di aree esterne e autovetture, nonché tutti gli altri usi diversi dal consumo per uso umano o igienico-sanitario.