Menu
Cerca
GIORNO DELLA MEMORIA DELLE VITTIME DEL TERRORISMO

Aldo Moro e Peppino Impastato, il ricordo a Canegrate

La comunità, attraverso una breve cerimonia sabato 9 maggio, afferma con forza il proprio impegno per la democrazia e contro tutte le mafie.

Aldo Moro e Peppino Impastato, il ricordo a Canegrate
Cronaca Legnano e Altomilanese, 10 Maggio 2020 ore 13:21

Aldo Moro e Peppino Impastato, il ricordo a Canegrate. Il 9 maggio è il Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo, una ricorrenza istituita dalla Repubblica Italiana il 4 maggio 2007. Si celebra in questa data proprio perché il 9 maggio del 1978 furono assassinati il politico Aldo Moro, dalle Brigate Rosse, e il giornalista e attivista Peppino Impastato, da Cosa Nostra.

Aldo Moro e Peppino Impastato, il ricordo a Canegrate

Anche il Comune di Canegrate ha ricordato sabato 9 maggio i due uomini con un gesto semplice ma intenso: "42 anni fa, la mattina del 9 maggio 1978, veniva ritrovato il corpo di Aldo Moro, ucciso dalle Brigate Rosse.
Oggi, alle 10, abbiamo deposto una semplice corona di fiori sotto la sua targa alle scuole elementari. Erano presenti il vicecomandante della Polizia Locale Massimiliano Bocchino, il vicesindaco Matteo Modica, l'assessore all'Istruzione Edoardo Zambon e il capogruppo e segretario cittadino del Partito Democratico Gianluca Pessoni. Una cerimonia ridotta all'essenziale secondo le norme vigenti, ma non per questo meno sentita".
Il consigliere Pessoni ha ricordato che la corona è anche in onore degli uomini della scorta di Moro (Oreste Leonardi, Domenico Ricci, Francesco Zizzi, Raffaele Iozzino e Giulio Rivera) e ha rivolto un pensiero affettuoso alla cittadina canegratese Adelaide Testa, scomparsa lo scorso anno, militante della Democrazia Cristiana fin dal 1945, e sempre presente alla cerimonia commemorativa del 9 maggio.
"Quello stesso 9 maggio del 1978, nelle prime ore della notte, era stato ucciso Peppino Impastato, eroe della lotta alla mafia - continua il Comune - A Peppino è intitolata dal 9 maggio 2019 la sede delle associazioni in via Alberto da Giussano.
Nel ricordo di queste due belle figure, accomunate dalla volontà di rendere migliore il nostro Paese e dal tragico destino, la comunità di Canegrate afferma con forza il proprio impegno per la democrazia e contro tutte le mafie".

Tavolo Antimafie

Anche il Tavolo Antimafie di Canegrate, la cui sede è dedicata a Peppino Impastato, ricorda il giornalista attraverso un breve video della cerimonia di intitolazione dello stabile in via A. da Giussano, che si è svolta alla presenza di Giovanni Impastato, fratello di Peppino.

"Il 9 maggio 1978 hanno spento la luce di Peppino Impastato. Ma sono 42 anni che il suo sacrificio ha acceso la luce nelle nostre coscienze.
Un anno fa la luce si è accesa anche a Canegrate, nella sede associativa del Tavolo AntiMafie Peppino Impastato.
Avremmo voluto festeggiarlo anche quest'anno, come sempre abbracciandoci nel suo ricordo, purtroppo il periodo non ci permette di farlo. Ma non ci preoccupa questo... Peppino è vivo e lotta insieme a noi".

 

TORNA ALL’HOMEPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE