Menu
Cerca

Aggrediscono verbalmente una donna: espulsi dall'Italia - LE FOTO

Un marocchino e un tunisino fermati dalla Polizia locale di Castano dopo che avevano aggredito verbalmente una donna: ecco cos'hanno scoperto gli agenti.

Aggrediscono verbalmente una donna: espulsi dall'Italia - LE FOTO
Cronaca Legnano e Altomilanese, 02 Luglio 2019 ore 14:33

Aggrediscono verbalmente una donna in piazza Ardizzone a Castano Primo: un marocchino e un tunisino fermati dalla Polizia locale. Per loro c'è l'espulsione dall'Italia.

Aggrediscono verbalmente una donna in piazza

Sono stati fermati nei giorni scorsi dagli agenti della Polizia locale di Castano Primo due extracomunitari, dopo che alcuni cittadini avevano segnalato la presenza di un uomo esagitato che inveiva contro una donna in piazza del mercato.

L'arrivo della Polizia locale

Una pattuglia del Comando Castanese, composta da due poliziotte locali e dall'istruttore del corpo, si è così subito diretta nell'area indicata, ed in poco tempo li ha rintracciati, dopo che gli stessi si erano introdotti abusivamente all'interno dell'area di cantiere posta di fronte all'Istituto scolastico di via Acerbi.

3 foto Sfoglia la gallery

Il fermo e i controlli

I due, un cittadino marocchino classe 1973 ed uno tunisino classe 1978, visibilmente in stato di alterazione da alcol, sono così stati sottoposti a fermo di polizia ai fini identificativi in quanto sprovvisti di validi documenti d'identità e perché vi potevano essere dubbi sulla reale identità. Intuizione quest'ultima giusta, in quanto gli operanti di Polizia locale, al fine di procedere all'identificazione certa, hanno provveduto a sottoporre i due a rilievi foto-dattiloscopici ed a comparazione presso il gabinetto regionale di polizia scientifica della Questura di Milano, facendo così emergere svariati alias ed evidenziando che si trattava di due soggetti pericolosi per l'ordine e la sicurezza pubblica, destinatari già di ordine del Questore e decreto esecutivo del Prefetto con espulsione dal Territorio Nazionale.

Alle spalle altre denunce

Dalle risultanze è emerso altresì che i due erano stati già in passato denunciati ed arrestati e risultavano a loro carico precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti, reati contro il patrimonio, contro le persone, porto di armi e/o oggetti atti ad offendere e rispettivamente, uno dal 2013, l'altro dal 2015, avevano continuato a permanere illegalmente nello Stato Italiano.

L'espulsione

Sentito anche il PM di turno, è stato richiesto il nulla osta all'espulsione. Al termine degli accertamenti i due sono stati trattenuti e, dopo la comparizione davanti al Giudice, conclusi gli atti di rito, saranno espulsi con l'aereo rispettivamente ai paesi di origine. La partenza presunta risale a oggi, martedì 2 luglio 2019.

Le parole della Polizia locale

Spiegano dal Comando di piazza Mazzini a Castano Primo: "Termina così dopo anni di illegalità, la permanenza sul nostro territorio di due soggetti pericolosi, dediti tra l'altro ad attività illecite in violazioni delle norme italiane, incuranti di ogni qualsivoglia forma di rispetto del vivere civile. Dall'attività posta in essere dagli operatori di Polizia locale, emergeva che i fermati erano di stanza nei comuni del Castanese e si erano negli anni resi irreperibili. La Polizia locale di Castano Primo seppur con limitate risorse assicura in concorso con le altre forze di polizia il mantenimento della sicurezza dei cittadini. A conclusione dell'attività i soggetti sono stati anche deferiti all'Autorità Giudiziaria per il reato di cui all'art.14 del DLgs 286/98 (relativo all'esecuzione di espulsione, ndr)".

TORNA ALLA HOME E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE