Menu
Cerca

Affonda la ronda: Telos nei luoghi insicuri della città

Gli anarchici hanno organizzato una serie di eventi nei punti di Saronno più critici in contrasto alle iniziative di Forza Nuova.

Affonda la ronda: Telos nei luoghi insicuri della città
Saronno, 31 Marzo 2019 ore 11:56

Affonda la ronda: così si intitola l'iniziativa lanciata dal gruppo Telos, che ha in programma nei prossimi giorni una serie di eventi nei luoghi definiti insicuri di Saronno.

Affonda la ronda: il pensiero degli anarchici

"Pensiamo che la città sia di chi la attraversa e ne vive i luoghi, non di chi la amministra e specula sulla vita delle persone.
È un concetto semplice che abbiamo sempre voluto trasmettere, in netto contrasto con tutti i tipi di politiche che vogliono regolare i contesti urbani. Dall'abbattimento inutile di 60 bagolari, ai continui tentativi di allontanamento di poveri o ambulanti dal centro con pesanti multe, all'incremento delle telecamere, all'incessante abuso edilizio, a Saronno come altrove appare chiaro come chi amministra il territorio agisca solo in base ai propri interessi. Che siano interessi economici o di mantenimento del proprio potere politico, si ignorano totalmente le volontà e i desideri di chi i territori li vive, privilegiando chi ha i soldi e cercando di allontanare chi non li ha", hanno scritto i rappresentanti del gruppo Telos sulla loro pagina Facebook e su volantini diffusi ieri per la città.

Telos contro le ronde

"La città è tanto meno di chi pensa di poter imporre la propria goffa autorità attraverso ronde fasciste (come quelle messe in atto a Saronno da Federico Russo e Alfonso Indelicato) e un’idea di sicurezza fatta di repressione e controllo. Anche noi pensiamo che sentirsi sicuri sia importante, ma crediamo che l’unico modo per farlo sia creando rapporti di amicizia e complicità nei luoghi che attraversiamo e viviamo, allontanando atteggiamenti autoritari e dando vita agli spazi. Da questo semplice approccio deriva la voglia di creare situazioni, cercando modi originali per riempire spazi e tempi di idee anziché di paure, di socialità anziché di esclusione.
Nelle prossime settimane faremo alcune iniziative scegliendo luoghi considerati insicuri con l’obiettivo di renderli vivi anche se la normalità li ha resi vuoti, e di riempirli poi di contenuti legati alle criticità che tali luoghi esprimono in sé", concludono.

Gli appuntamenti in programma

Il primo evento in programma è previsto per venerdì 5 aprile, alle 21, nel retro strazione con la proiezione di un documentario. Il venerdì successivo, alla stessa ora, si parlerà invece di controllo del vicinato a Cassina Ferrara. Un documentario verrà proiettato anche giovedì 2 maggio alle 21 al parchetto del quartiere Prealpi.

Leggi anche: Telos tornano a Saronno per festeggiare i loro dieci anni.