Circolazione

Affluenza in calo del 60%, la strategia Trenord

In Lombardia circoleranno circa 2150 treni ogni giorno.

Cronaca Magenta e Abbiategrasso, 09 Marzo 2020 ore 09:01

A fronte del calo di affluenza 60% – da 820mila a 350mila paseggeri in un giorno feriale - a seguito delle misure attuate per affrontare l’emergenza sanitaria, Trenord conferma il servizio effettuato la scorsa settimana con l'aggiunta di ulteriori corse sulle linee S2 e S3. In Lombardia circoleranno circa 2150 treni ogni giorno.

Affluenza in calo del 60%, la strategia Trenord

Vengono ripristinate alcune corse della linea S2 Milano Rogoredo-Passante-Mariano Comense. In alternativa, i viaggiatori possono utilizzare i treni della linea S4 Camnago-Cadorna e i servizi del Passante ferroviario.  Ripristinate alcune corse della linea S3 Saronno-Milano Bovisa-Milano Cadorna sarà sospeso dalle ore 9 alle ore 22. In alternativa, i viaggiatori possono utilizzare i treni della linea S1 Saronno-Lodi e le linee regionali per il collegamento Saronno-Milano Cadorna.

Subiranno modifiche le linee S9 Saronno-Seregno-Albairate; Milano Cadorna-Novara Nord; Milano Cadorna-Varese-Laveno; Milano Cadorna-Como Lago; S4 Milano Cadorna-Camnago. I treni attivi per il periodo scolastico sono cancellati sulle seguenti linee: Milano-Bergamo via Treviglio; Milano-Sondrio-Tirano; Milano-Brescia-Verona; Milano-Mortara-Alessandria; S11 Milano-Como San Giovanni; Milano-Cremona via Treviglio; Cremona-Mantova; Cremona-Brescia; S5 Varese-Milano-Treviglio.

 Gli stop forzati

In adempimento di quanto previsto dall’ordinanza regionale, prosegue la sospensione delle fermate di Codogno, Maleo, Casalpusterlengo. I treni della linea Milano-Piacenza non effettuano fermata a Codogno e Casalpusterlengo; i treni della Mantova-Cremona-Milano non fermano a Codogno. Sulle linee Pavia-Codogno e Cremona-Codogno il servizio è parzialmente sospeso. È inoltre sospesa l’attività di biglietteria presso le stazioni di Codogno e Casalpusterlengo.

Le operazioni di sanificazione della flotta

Dando seguito alle disposizioni delle Autorità sanitarie proseguono le opportune misure precauzionali per la tutela dei passeggeri e del personale. I convogli sono sottoposti a operazioni di sanificazione, che sono svolte di notte presso gli impianti di Milano Fiorenza e Novate Milanese e di giorno, durante i tempi di sosta dei treni, presso le principali stazioni di Milano. Tramite i propri canali di comunicazione – esterna e interna – l’azienda ha invitato i passeggeri e i dipendenti a rispettare le dieci regole di prevenzione diffuse dal Ministero della Salute.

Leggi anche la polemica con la segretaria dem

TORNA ALLA HOME