Menu
Cerca
milano

Affidato in prova ai servizi sociali per tre rapine: arrestato per altre 6 commesse in un mese

In tutti gli episodi l'uomo è entrato nei locali commerciali armato di pistola

Cronaca Milano città, 28 Gennaio 2021 ore 11:42

Ieri, mercoledì 27 gennaio, la Polizia di Stato ha eseguito a Milano un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti di C.C., cittadino milanese di 38 anni. L'uomo è accusato di essere l'autore di 6 rapine commesse tra il mese di ottobre e novembre del 2019 ai danni di farmacie e supermercati della zona sud di Milano.

Affidato in prova ai servizi sociali per tre rapine

L'indagine dei poliziotti è partita da un'attenta analisi delle telecamere pubbliche e private delle zone interessate dalle rapine che ha permesso di risalire alla macchina utilizzata dal rapinatore per darsi alla fuga. Sono seguiti quindi servizi di osservazione, pedinamenti e perquisizioni a Pavia ove l'uomo, milanese di  nascita, risultava risiedere con la madre.
L'attività investigativa degli agenti del gruppo Falchi della Squadra Mobile, coordinata dal Sostituto Procuratore Lodovici ha permesso di raccogliere  elementi che hanno poi portato all'emissione della misura restrittiva. Il 38enne è stato rintracciato in una Comunità nella provincia di Pavia dove era sottoposto alla misura dell'affidamento in prova ai servizi sociali in relazione ad una condanna per altre rapine commesse in passato.

Arrestato per 6 rapine commesse in un mese

In tutti gli episodi l'uomo è entrato nei locali commerciali armato di pistola, risultata poi una fedele riproduzione, incurante della presenza di clienti e dipendenti. In una delle rapine contestate, commessa il 2 novembre 2019 in un supermercato in zona Famagosta, le immagini di videosorveglianza hanno immortalato l'uomo estrarre l'arma pur in presenza di una mamma in compagnia del proprio bambino. In un altro evento, inoltre, il rapinatore è entrato in un negozio di dolci di  Rozzano mentre il dipendente stava chiudendo la claire. Con un gesto atletico è riuscito ad entrare aiutato da un complice che con una gamba ha impedito la chiusura della saracinesca. Una volta dentro ha estratto l'arma ed ha asportato l'intero incasso.