Cronaca

Addio a Giuseppe Locatelli, Magenta piange il Monsignore

Parroco della città negli anni Settanta e Ottanta, era stato San Martino d'oro nel 2010

Addio a Giuseppe Locatelli, Magenta piange il Monsignore
Cronaca 21 Ottobre 2017 ore 09:45

Addio a Giuseppe Locatelli, parroco a Magenta negli anni Settanta e Ottanta

Addio a Giuseppe Locatelli, lutto per la città di Magenta

Magenta in lutto: si è spento a Lecco nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 ottobre monsignor Giuseppe Locatelli, parroco negli anni Settanta e Ottanta della città cui era sempre rimasto legato, tanto che nel 2010 gli era stato conferito il San Martino d'Oro. Aveva 86 anni e negli ultimi nove anni aveva ricoperto incarichi pastorali nella comunità di San Giovanni, Rancio e Laorca.

Si è spento Monsignor Giuseppe Locatelli: una vita per la sua comunità

Nato ad Acquate, Lecco , nel 1931, era stato ordinato nel 1959 dall'allora arcivescovo di Milano cardinale Giovanni Battista Montini. Vicario parrocchiale a Cernusco sul Naviglio, vi rimane sino al 1972, quando viene chiamato a guidare la parrocchia di San Martino a Magenta. Tra le sue opere, l'impegno nel portare a termine il Centro giovanile e familiare Paolo VI, ideato dal suo predecessore, Monsignor Giacomo Terrani. Don Giuseppe diviene quindi Decano delle allora 22 parrocchie del Magentino e ha l'intuizione del Consultorio decanale per la Famiglia. Nel 1976 l'inaugurazione della cappella di Santa Maria Ausiliatrice, al cimitero. Quindi, nel 1978, il restauro della Chiesa di San Rocco attorno alla quale si crea il gruppo del Rione che anima la parte sud della città. Ed ancora, il restauro dell'organo Prestinari e la grande campagna, assieme alla comunità parrocchiale, per costruire il nuovo oratorio di San Martino, inaugurato nel 1983. Giuseppe Locatelli promuove quindi la nascita della Caritas cittadina con la quale matura anche il progetto di una Casa dell'Accoglienza. Ed ancora, nasce grazie a lui l'associazione Avas per la gestione della Casa l'accoglienza dei bisognosi. Avvia inoltre i lavori per la sala della comunità con il cinemateatro Nuovo. Lascia Magenta nel 1989, nominato dal cardinale Carlo Maria Martini vicario episcopale della Zona pastorale V, con sede a Monza. Quindi, l'ultimo incarico da parroco a Inzago e, dal 2008, gli incarichi pastorali presso la Comunità “Beato Giovanni Mazzucconi e Beato Luigi Monza” che riunisce le tre ex parrocchie di San Giovanni, Laorca e Rancio. Aveva voluto celebrare proprio a Magenta, il 21 giugno 2009, il suo 50esimo di sacerdozio. L'anno successivo, il conferimento del San Martino d'Oro.

Monsignor Giuseppe Locatelli: nel 2010 il San Martino d'Oro

"Pastore di anime, amorevolmente guidate alla pienezza della fede, ha saputo, altresì, indicare all'intera comunità il valore dell'impegno civile, coagulandolo attorno a realizzazioni di alto valore sociale tuttora vive e vivificanti": queste le motivazioni con cui nel 2010 la Città di Magenta aveva conferito a monsignor Giuseppe Locatelli il San Martino d'Oro.

Monsignor Giuseppe Calati, il cordoglio del sindaco Chiara Calati

Il Sindaco Chiara Calati, a nome dell'Amministrazione comunale e di tutta la Città, esprime “profondo cordoglio per la scomparsa di Monsignor Giuseppe Locatelli, per lungo tempo parroco di Magenta, che ha lasciato un ricordo indelebile nei cuori dei Magentini durante gli anni che ha trascorso alla guida spirituale della nostra Comunità. Ricordi vivi nelle anime, nella memoria, negli affetti, ma anche nelle opere. Citiamo solo alcune delle opere da lui volute e realizzate, la Casa di Accoglienza e il Centro Paolo VI. 'San Martino d'Oro 2010, ha saputo trasmettere a tutti noi con fermezza e dolcezza al tempo stesso la forza della spiritualità coniugata al valore dell'impegno civile. Ci uniamo al dolore dei suoi cari e di tutte le persone che hanno potuto vivere la sua presenza”.

Il servizio completo sul numero di Settegiorni Magenta del 27 ottobre.