Menu
Cerca
I ricordi

Addio ad Anna Valletta, storica figura sindacale dell’Alfa Romeo

Si è spenta a 91 anni Anna Valletta, figura storica della Fiom dell'Alfa Romeo di Arese e dirigente dello Spi Cgil.

Addio ad Anna Valletta, storica figura sindacale dell’Alfa Romeo
Cronaca Rhodense, 19 Aprile 2021 ore 18:11

Addio ad Anna Valletta, 91 anni compiuti a inizio gennaio 2021, era stata una figura fondamentale della Fiom dell’Alfa Romeo di Arese, dirigente dello Spi Cgil di Milano, e mamma del politico parabiaghese Pino Lionetti.

Il territorio dice addio ad Anna Valletta

Anna Valletta era stata una delle figure storiche della Fiom Cgil dell’Alfa Romeo di Arese tra gli anni Settanta e Ottanta e aveva combattutto per riconoscere i diritti delle lavoratrici nelle fabbriche. “Una donna che sapeva ascoltare e farsi ascoltare” la definisce oggi suo figlio, il politico parabiaghese Pino Lionetti. Poi, dopo la pensione nel 1988, non ha mai smesso di lottare e di regalare il suo contributo politico e sindacale nello Spi Cgil Milano. Negli anni successivi contribuì anche a far nascere la Lega Sempione-Quarto Oggiaro di Milano.

Valletta, amata da molti, si è spenta a 91 anni venerdì 16 aprile 2021 ed è stato tanto l’affetto fatto giungere ai suoi figli nei giorni successivi e sabato 17 aprile, giorno delle esequie.

Il ricordo del figlio

Ha ricordato commosso Pino Lionetti:

“La tua non è stata una vita facile, sposa a 18 anni, mamma a 19 e poi 7 figli complessivi, due dei quali mancati in tenera età e una all’età di 42 anni. Da Cerignola a Milano, con 5 figli al seguito, sei andata a lavorare in fabbrica, all’Alfa Romeo, dove ben presto hai cominciato a militare nel Sindacato occupandoti soprattutto delle donne spesso calpestate nei diritti più elementari. Da pensionata hai continuato ad occuparti dei più deboli come volontaria all’interno dello SPI CGIL, che è diventata la tua seconda casa per oltre venticinque anni. Il giorno delle esequie è stato bello ascoltare le parole di chi ti ha conosciuto, che hanno descritto una grande donna e una grande militante politica e sindacale. Noi figli questo lo sapevamo già e ne eravamo orgogliosi, ma è stato bello sentirlo dalla voce di chi ha avuto il piacere di conoscerla. Un grazie sentito ai numerosi partecipanti e a tutti gli amici e i parenti che mi sono stati vicini in questo frangente”.