SE L'E' PORTATO VIA IL COVID

Addio ad Alfio Nicolosi, volontario del Pedibus e Nonno vigile

Aveva 74 anni, era amatissimo da tutti i bambini, genitori e insegnanti. La figlia: "Fate attenzione, col Coronavirus non si scherza"

Addio ad Alfio Nicolosi, volontario del Pedibus e Nonno vigile
Cronaca Legnano e Altomilanese, 22 Dicembre 2020 ore 23:00

Addio ad Alfio Nicolosi, lo piange tutta la comunità di Cerro Maggiore. Aveva 74 anni e se l’è portato via il Covid.

Addio ad Alfio Nicolosi, amico dei bambini

Per tutti era “Nonno Alfio”. Sì, perchè era volontario del Pedibus che ogni mattina accompagnava a scuola tanti bambini e poi Nonno vigile, impegnato a far attraversare la strada ai piccoli studenti all’entrata e uscita da scuola. E poi era stato un super-volontario al Cottolengo.
Ma il Covid se l’è portato via. Alfio Nicolosi aveva 74 anni. A gennaio ne avrebbe compiuti 75. Era sano.
Nicolosi era originario della Sicilia, al nord era arrivato da bambino, a Cerro ci abitava da 45 anni. Dopo il lavoro da impiegato, la meritata pensione. . Ed Alfio, che lascia la moglie Lida, la figlia Valentina e il figlio Giacomo, e i nipoti Sebastiano, Federico e Matilde, è stato uno storico volontario del Cottolengo, casa di riposo cerrese. Un uomo davvero dal cuore d’oro, amato poi anche da tutti i bambini, genitori e insegnanti: era stato infatti volontario del Pedibus per 7 anni accompagnando a scuola gli alunni e diventando poi Nonno vigile e lo era tuttora: “Ciao nonno Alfio” gli diceva la nipote Matilde, “Ciao nonno Alfio” aggiungevano in coro tutti gli altri bimbi. Sempre con un sorriso gentile ed elegante, quello di uomini di altri tempi. Camminata veloce e sempre affaccendato. E quel suo grande affetto per tutti i bambini.
“Papà era terrorizzato dal virus: indossava sempre la mascherina, distanza e gel per le mani. Ma si è ammalato – ricorda la figlia – Si è ammalato il 20 novembre, poi l’ospedale di Legnano, infine intubato in Fiera. Mia mamma ha usufruito della possibilità di salutarlo, entrando bardata: è stato devastante. Fate attenzione: col Covid non si scherza. Non fate passeggiate, assembramenti. Mio padre era sano e se l’è portato via. Questo virus l’ha distrutto”. I funerali si sono svolti giovedì, alle 10.30, nella chiesa parrocchiale di Cerro.

TORNA ALL’HOMEPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità