Cornaredo

Addio a Renato Lonati, nonno prezioso

Il grazie della comunità al volontario che si occupava dell'uscita da scuola dei bimbi

Addio a Renato Lonati, nonno prezioso
Cronaca Rhodense, 28 Marzo 2020 ore 10:40

E’ morto nella sua abitazione a San Pietro all’Olmo, nel tardo pomeriggio di martedì, Renato Lonati, colonna portante del volontariato locale.

Addio al volontario

Classe 1943, lottava contro una malattia aggravatasi negli ultimi mesi. Da decenni era il sacrestano della parrocchia di San Pietro all’Olmo, custode della chiesa, e punto di riferimento per i volontari.
Oltre all’impegno nella parrocchia, era tra i fondatori del gruppo Auser Insieme Cornaredo e un Nonno vigile sempre presente fuori dalle scuole del paese.
Lascia l’amata sposa Mariarosaria, due figli e numerosi nipoti, tutti parte integrante della comunità sanpietrina.

I ricordi

«Negli ultimi 9 anni ho avuto l’opportunità di conoscere Renato, il quale aveva ricevuto dal mio predecessore don Stefano il ruolo di sacrestano e custode della chiesa di San Pietro» lo ricorda il parroco don Giuliano Mattiolo.
«Una presenza bella e preziosa per tutta la comunità di San Pietro e in particolare per la comunità eclessiale. Non si è mai tirato indietro, manteneva in ordine e in perfetta pulizia gli ambienti sacri, si occupava dei telefoni e di gestire un gruppo di volontarie per la donazione di vestiti, oltre ovviamente all’apertura e alla chiusura. Sempre disponibile e di ottima compagnia. Lascia un grande vuoto. L’ultimo mese è stato per lui difficile e le forze lo hanno pian piano abbandonato. Ha ricevuto l’Unzione degli infermi e, poco prima di lasciarci, ho potuto dargli la benedizione con la Reliquia della Santa Croce della nostra parrocchia». «E’ un peccato che non si possa celebrare il funerale. Mi ero reso disponibile per una cerimonia molto ristretta anche nel cortile di casa, ma per ora non è proprio possibile. Sarò presente per la benedizione nel momento in cui la salma lascerà il territorio per raggiungere il luogo di cremazione, così come per la tumulazione al cimitero. Riposerà a San Pietro, qui dove Renato aveva il cuore».
Lonati oltre a occuparsi della chiesa era volontario dell’Auser e Nonno vigile.

Nonno vigile

«“Renatino” era molto apprezzato per la generosità e la dedizione, davvero benvoluto da tutti» lo ricordano gli amici volontari della sezione di Cornaredo di Auser Insieme e in particolare il presidente Dino Launaro.
«Tutta la nostra associazione si stringe alla famiglia Lonati, a cui vanno le nostre più sentite condoglianze».
«Una persona umile e gentilissima al servizio di tutta la comunità come Nonno vigile e sacrestano a San Pietro. Un peccato per le tante persone che gli vogliono bene non poterlo salutare» le parole del primo cittadino di Cornaredo Yuri Santagostino.

bst