Cerro Maggiore

Addio a Giuliano Carugo, lo storico ciclista del paese

La sua attività di officina con riparazione e vendita di motocicli di via Cappuccini era famosa in tutto il territorio

Addio a Giuliano Carugo, lo storico ciclista del paese
Cronaca 27 Dicembre 2020 ore 15:15

Addio a Giuliano Carugo: lutto a Cerro Maggiore per l’amato ciclista per che per molti anni ha riparto moto e bici.

Addio a Giuliano Carugo

In paese tutti lo conoscevano per la sua gentilezza e passione per il suo lavoro, oltre al grande amore per la sua famiglia. Cerro Maggiore piange la scomparsa di Giuliano Carugo, venuto a mancare all’età di 68 anni. In tutti questi anni sono stati tantissimi i concittadini (ma non solo) che si erano rivolti a lui, nel suo negozio di via Cappuccini, per far sistemare le loro bici, moto e motorini. Quell’officina e riparazioni e vendita di cicli e motocicli era da anni un punto di riferimento per tutto il territorio: sì, perchè tutti sapevano che lì trovavano professionalità e umanità. L’officina aveva preso il via sul finire degli anni ’60 con Umberto Carugo, poi l’arrivo di Enrico e successivamente (negli anni ’70) l’entrata anche di Giuliano (che ora era pensionato e che, prima del negozio, aveva lavorato alla Centrale del latte di Legnano).

Carugo lascia la moglie Giovanna, il figlio Davide e il nipotino Ivan. “Amava tantissimo il suo lavoro, per lui i clienti erano diventati come un’altra famiglia – ricorda la moglie – Ricordo poi la sua grande passione per il motocross: era molto bravo, è stato vicino anche ai mondiali. Sempre disponibile, generoso. La generosità era infatti la prima qualità che spiccava nel suo carattere. Aiutava tutti, anche a costo di rimetterci. Un uomo buono. Mai egoista, mai avuto da ridire di qualcuno. E ai noi, suoi cari, era attaccatissimo”.
Una passione per il suo lavoro che ha reso sempre il suo negozio un luogo speciale: chi si rivolgeva a lui sapeva di trovare “un mago del mestiere” ma anche una persona accogliente tanto che l’attività era come una sorta di “piazza”, dove in tanti si ritrovavano a chiacchierare insieme. “Papà teneva tantissimo al suo lavoro – ricorda il figlio Davide – La mattina si alzava, colazione e via, subito al lavoro”. Di lui serbano un bellissimo ricordo anche i tantissimi ragazzi (oggi diventati più grandi e adulti) che da Carugo passavano per sistemare la loro bici, il loro motorino o moto. Di fatto, ogni cerrese, è passato da lui per sistemare o comprare la propria due ruote. Con Carugo se ne va, quindi, un pezzo di storia cerrese.
I funerali si svolgeranno martedì, alle 14.30, nella chiesa parrocchiale di Cerro.
cerro giuliano carugo ciclista

TORNA ALL’HOMEPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità