Menu
Cerca

Addio a Gino Re Fraschini, una vita sulla sua bici

Abitava a sant'Ilario, è stato ciclista per l'Us Nervianese società alla quale è sempre stato vicino

Addio a Gino Re Fraschini, una vita sulla sua bici
Cronaca Legnano e Altomilanese, 17 Novembre 2020 ore 15:21

Addio a Gino Re Fraschini, lo storico ciclista di sant’Ilario aveva corso ed era vicino all’Us Nervianese.

Addio a Gino Re Fraschini

Nella sua vita ha macinato migliaia e migliaia di chilometri, sempre in sella alla sua amata bici. Stiamo parlando di Virginio Re Fraschini, per tutti Gino. Il ciclismo era la sua passione, sport che ha praticato a livello amatoriale (riuscendo in grandi imprese) e restando sempre al fianco dell’Us nervianese ciclismo. E’ venuto a mancare la scorsa settimana, aveva 77 anni.
Abitava nella frazione di Sant’Ilario, di cui era cittadino doc. Aveva lavorato all’Alfa Romeo di Arese, intanto coltivava l’amore per il ciclismo e per il nuoto (sempre a livello amatoriale, non avendo rivali nello stile libero, dorso, farfalla e dorso). Un fisico statuario che gli era valso tanti soprannomi: Il gigante buono, Il leone, Il mito ma anche Poseidone per il suo talento in acqua.
Da giovane Re Fraschini aveva corso in bici, come detto, a livello amatoriale: prima con la maglia della Cesatese poi con quella della Nervianese. La sua passione lo aveva portato a compiere grand fondo anche molto impegnative (come, ad esempio la Nerviano-Roubaix nel 1996) e a prendere parte alle fiaccolate a Roma, precisamente nel 1997 con Papa Wojtyla e nel 2017 con Papa Francesco.

TORNA ALL’HOMEPAGE PER LE ALTRE NOTIZIE