Don Mauro Galli

Abusi sessuali su un 15enne: chiesta la conferma della condanna di primo grado

Via al processo d'appello a carico dell'ex vicario nella parrocchia San Pietro di Legnano che in primo grado era stato condannato a sei anni e quattro mesi di reclusione.

Abusi sessuali su un 15enne: chiesta la conferma della condanna di primo grado
Cronaca Legnano e Altomilanese, 23 Giugno 2021 ore 10:38

Abusi sessuali su un 15enne: via al processo di appello a carico di don Mauro Galli, ex vicario nella parrocchia di San Pietro al quartiere Canazza di Legnano.

Abusi sessuali su un 15enne: don Galli di nuovo alla sbarra

Ieri, martedì 22 giugno 2021, davanti alla prima sezione penale della Corte d’appello di Milano, il sostituto procuratore generale Bianca Bellucci ha chiesto per lui la conferma della condanna di primo grado (sei anni e quattro mesi di reclusione). Il sacerdote, 42 anni, è accusato di aver abusato sessualmente di un ragazzino di 15 anni. I fatti avvennero tra il 19 e il 20 dicembre 2011, nella canonica di Rozzano dove abitava don Galli, che aveva l’incarico di vicario parrocchiale nel comune dell’hinterland milanese. Lì il ragazzo aveva trascorso la notte, su invito del sacerdote, "in vista delle attività di preghiera previste per il giorno successivo". Davanti ai giudici della quinta sezione penale del Tribunale di Milano il prete aveva ammesso di aver dormito nel letto matrimoniale con il 15enne, nonostante ci fossero altri letti a disposizione, ma aveva negato ogni contatto: stando alla deposizione resa in aula, don Galli si era difeso sostenendo di non aver mai "abbracciato" né "toccato" il giovanissimo. Il quale ha sempre raccontato un’altra verità, poi sancita dalla sentenza di primo grado.

La difesa chiede l'assoluzione per insufficienza di prove

Durante l'udienza, svoltasi a porte chiuse, il pg ha detto: "Le motivazioni della sentenza di primo grado sono chiare. La sofferenza della parte lesa è stata così evidente che non c'è necessità di fare appello". Il difensore di don Galli, avvocato Mario Zanchetti, ha invece chiesto l'assoluzione per insufficienza di prove in quanto non vi sarebbe la prova dell'atto sessuale. In subordine ha proposto la concessione delle attenuanti generiche all'imputato. La sentenza è attesa per martedì 5 luglio.

Nel 2012 il sacerdote aveva prestato servizio a Legnano

Nativo di Cislago, don Galli ha prestato servizio anche a Legnano: nel 2012 fu vicario nella parrocchia di San Pietro al quartiere Canazza e responsabile della pastorale giovanile nelle parrocchie di Santa Teresa, dei Santi Magi e del Santissimo Redentore.