Menu
Cerca
Il caso

A scuola in presenza solo disabili e bimbi con disturbi dell’apprendimento

I chiarimenti del ministero, dopo il caos ( e la pioggia di richieste) deui giorni scorsi.

A scuola in presenza solo disabili e bimbi con disturbi dell’apprendimento
Cronaca Magenta e Abbiategrasso, 08 Marzo 2021 ore 11:32

A scuola in presenza solo disabili e bimbi con disturbi dell’apprendimento. Dopo qualche giorno di tira e molla, arrivano chiarimenti esaustivi sulla possibilità, prevista dal  DPCM del 2 marzo 2021, di garantire la didattica in presenza a bimbi disabili, con bisogni speciali e disturbi di apprendimento e figli di personale impegnato in servizi pubblici essenziali. Punto, quest’ultimo, che ha scatenato mamme e papà che, dovendo lavorare, hanno sperato di poter trovare una deroga alla decisione di giovedì scorso. 

A scuola in presenza solo disabili e bimbi con disturbi dell’apprendimento

Tra venerdì e sabato, le scuole della zona sono state letteralmente tempestate di domande: impossibile, è apparso subito chiaro, accoglierle tutte o, di fatto, più della metà degli alunni si sarebbero ritrovati in presenza, vanificando gli obiettivi dell’ordinanza di chiusura delle scuole. A fare chiarezza la nota ministeriale n. 10005 del 7/03/2021 e una comunicazione dell’Ufficio scolastico della Lombardia, successiva, che  precisa come “Le uniche deroghe alla didattica a distanza con la possibilità di svolgere attività didattiche in presenza riguardano esclusivamente gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali. Non può trovare applicazione il DM 39/2020 laddove viene prevista “la frequenza scolastica in presenza, in condizioni di reale inclusione, degli studenti figli di personale sanitario o di altre categorie di lavoratori, le cui prestazioni siano ritenute indispensabili per la garanzia dei bisogni essenziali della popolazione”. In ogni caso, era stato chiarito in precedenza, entrambi i genitori dovevano risultare Key workers perchè si verificasse tale condizione, non compatibile, tra l’altro, con lo smart working.

Leggi la nota ministeriale

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli