Menu
Cerca

A Corbetta due eventi contro l'omofobia

L'associazione di Sergio Prato in prima linea.

A Corbetta due eventi contro l'omofobia
06 Maggio 2019 ore 12:12

L’Amministrazione di Corbetta, l’Associazione Le Rose di Gertrude, la Cooperativa Silvabella e i ragazzi di BlueBox promuovono e organizzano due eventi significativi in occasione della giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia.  Parole chiave del mese di maggio sono rispetto e inclusione, rilanciando la famosa frase di Stuart Milk: “Le diversità non vanno tollerate, ma celebrate”. Facendo proprio questo slogan l’Amministrazione comunale e la società civile riunita nelle associazioni hanno organizzato e propongono  eventi emanifestazioni per sensibilizzare l'opinione pubblica. "Per suggerire alla Politica progetti di inclusione delle diversità e pari opportunità. Per esortare insegnanti ed educatori a non abbassare la guardia e prevenire i fenomeni di bullismo omofobo. Per rendere consapevoli Tutt* che solo assieme si potranno abbattere i muri dell'indifferenza, del pregiudizio, dei luoghi comuni , degli stereotipi", spiega il rpesidente delle Rose di Gertrude Sergio Prato. Mercoledì 8 maggio, alle 21, in sala Grassi, Diego Passoni presneta il suo libro "Ma è stupendo". Il 17 maggio al parco di villa Ferrario s'inaugura la panchina arcobaleno.

A Corbetta due eventi contro l'omofobia: l'obiettivo

“L’omofobia e la transfobia violano la dignità umana, ledono il principio di eguaglianza e comprimono la libertà e gli affetti delle persone. A nessuno può sfuggire che qualunque forma di persecuzione in base all’orientamento sessuale costituisca, sempre e ovunque abbia luogo, una violazione inaccettabile dei diritti umani universali”. (Sergio Mattarella, Presidente Repubblica Italiana - 2017).  La Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia (o IDAHOBIT, acronimo di International Day Against Homophobia, Biphobia and Transphobia) è una ricorrenza promossa dall'Unione europea che si celebra dal 2007 il 17 maggio di ogni anno. L'obiettivo della giornata è quello di promuovere e coordinare eventi internazionali di sensibilizzazione e prevenzione per contrastare il fenomeno dell'omofobia, della bifobia e della transfobia.

Un tema su cui riflettere

I casi di violenza restano ancora difficili da censire, ma secondo il rapporto delle associazioni sono circa un centinaio le storie di omotransfobia riportate dal 17 maggio 2018 attraverso il monitoraggio dei mass media. Il Presidente Mattarella ha voluto prendere posizione sul tema, per lanciare un chiaro messaggio di condanna verso discriminazioni troppo spesso dimenticate. “Gli atti di intolleranza”, si legge nella nota del Colle, “si esprimono in violenze verbali o derisioni, altre volte danno luogo a minacce, fino a giungere, talora, ad aggressioni fisiche. Si tratta di manifestazioni che feriscono l’intera nostra società, che risulta indebolita nei suoi valori fondamentali di convivenza.