Menu
Cerca
CONTROLLI DEI CARABINIERI

A cena al ristorante e giovani affollati e niente coprifuoco: scattano le multe

I militari di Milano sono intervenuti dopo alcune segnalazioni

A cena al ristorante e giovani affollati e niente coprifuoco: scattano le multe
Cronaca Legnano e Altomilanese, 01 Maggio 2021 ore 14:31

A cena al ristorante, giovani affollati con alcol e mancato rispetto del coprifuoco: scattano le multe dei Carabinieri a Milano.

A cena al ristorante, multati

Notte di controlli da parte dei Carabinieri del Nucleo radiomobile e personale della Compagnia Milano Duomo a seguito di segnalazioni per far rispettare le normative nazionali di contenimento del Covid.
Alle 23, in via Varé, i militari sono intervenuti in un ristorante dove era stata segnalata la presenza di avventori oltre l’orario consentito: sul posto hanno identificato 13 persone (di età compresa tra 27 e 56 anni), seduti ad un tavolo all’aperto intenti a consumare la cena, violando così le regole sul distanziamento e sul coprifuoco. I presenti sono stati invitati a fare rientro nelle proprie abitazioni e sanzionati per il mancato rispetto delle prescrizioni di contrasto alla pandemia, mentre il titolare del ristorante, un italiano 56enne, sarà sanzionato per l’apertura oltre orario consentito e segnalato per la chiusura provvisoria dell’esercizio.

Coprifuoco violato

Poco dopo, alle 23.50, in via Canonica, altro intervento della pattuglie: è qui che era stato segnalato un assembramento di persone in strada; all’arrivo degli equipaggi, i presenti si sono allontanati e i militari hanno identificato 4 persone (20enni, studenti, non bocconiani) che saranno sanzionate per il mancato rispetto dell’orario del ‘coprifuoco.

Folla di giovani con alcolici

Alla 1, in Piazza Vetra (Colonne di San Lorenzo) i militari hanno riscontrato la presenza di assembramenti di giovani intenti a consumare bevande ed alcolici all’aperto nonostante le limitazioni imposte dal Decreto in merito al coprifuoco: i Carabinieri hanno effettuato una costante opera di dissuasione con ripetuti passaggi in area favorendo il graduale deflusso dei giovani.