LA DECISIONE DI AIDAA

6 cani (5 morti) folgorati dalla corrente tramite tombini: gli animalisti vogliono sporgere denuncia contro i sindaci

La dispersione proveniva da un tombino dell’energia elettrica e la neve a terra ha fatto da conduttore.

6 cani (5 morti) folgorati dalla corrente tramite tombini: gli animalisti vogliono sporgere denuncia contro i sindaci
Cronaca Magenta e Abbiategrasso, 31 Dicembre 2020 ore 13:16

In copertina Harley, una dei 5 cani morti folgorati.

6 cani (5 morti) folgorati dalla corrente tramite tombini in diverse province della Lombardia: scattano le denunce per i sindaci ritenuti “responsabili”. Nel giro di poche ore troppi animali sono deceduti per una mancata corretta manutenzione delle strade e, in particolare, dei tombini a seguito dell’abbondante nevicata dei mesi scorsi. Per questo motivo l’Aidaa ha deciso di sporgere denuncia per avere giustizia e, soprattutto, per evitare che casi simili si possano ripetere in futuro.

La decisione di sporgere denuncia

L’Associazione italiana difesa animali e ambiente (AIDAA) e Italiambiente, preso atto di quanto avvenuto in 5 differenti comuni in questi giorni, ha deciso di muoversi sporgendo denuncia contro i sindaci: di seguito le parole dell’associazione.

“Non è ammissibile quanto successo in questi giorni in diverse località della Lombardia dove ben 5 cani sono morti folgorati dalla corrente emessa dai tombini e dai faretti incastrati nella pavimentazione, ed oltre ai cani anche il giovane conduttore di uno di loro è finito in ospedale dopo aver ricevuto una scarica elettrica, queste cose non devono succedere ne agli uomini, ne agli animali, per questo motivo l’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente – AIDAA lunedi invierà cinque esposti denuncia contro i sindaci di Milano, Cesano Boscone, Bareggio, Como e Tavazzano per la mancata pulizia e manutenzione dei tombini che colmi d’acqua hanno fatto da conduttori di corrente causando in circostanze e luoghi diversi la morte di cinque cani”.

Cosi scrive in una nota l’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente in merito ai cinque cani morti folgorati nelle ultime ore in Lombardia. Il primo caso a Bareggio un grosso centro della provincia di Milano dove un cane è rimasto folgorato in via Gallina a pochi passi dall’ufficio postale dove stava passeggiando con il suo padrone, la scossa partita da un tombino non gli ha lasciato scampo, nemmeno il tempo di scrivere la notizia che era successa la stessa cosa a Como nella zona del monte Olimpino, qui pare che la dispersione di corrente sia dovuta a dei cavi elettrici scoperti in un pozzetto di ispezione di un palo della luce.

A Tavazzano due cani folgorati, uno è sopravvissuto

Il terzo caso a Tavazzano in provincia di Lodi, qui ieri mattina è rimasto ucciso folgorato un rottweiler, mentre il 29 un altro cane se l’era cavata dopo essere stato soccorso in una clinica veterinaria della zona.

Il quarto caso a Cesano Boscone dove il padrone aveva portato fuori i suoi due cani a sgambare, purtroppo per uno di loro il passaggio sul tombino è stato fatale.

Le parole di una dei proprietari

Per quanto sia grande il dispiacere per la perdita di Harley, spero possa servire fare informazione su quanto accaduto. Forse, sapere che può succedere una cosa simile, può far reagire in maniera diversa e salvare il cane…a me sembra incredibile ancora adesso!
Harley non c’è più perché è rimasta folgorata da una scarica elettrica, mentre era a passeggio a pochi metri da casa.
La dispersione proveniva da un tombino dell’energia elettrica e la neve a terra ha fatto da conduttore.
Harley pesava più di 50 kg, aveva 5 anni ed era in ottima salute!
(La corrente è stata percepita anche dalle persone nelle vicinanze con scarpe sprovviste di suola di gomma…). Ora non bisogna aver paura di ogni tombino che si trova in giro, ma è bene esser consapevoli che questo fenomeno può accadere, in particolare quando a terra c’è neve o acqua.
Se vi dovesse capitare, in queste condizioni, di vedere il cane (o una persona a contatto con il terreno) che si contorce improvvisamente dal dolore…cercate di spostarlo lontano, o meglio sollevarlo da terra, il prima possibile!
Ieri sera è successo ad un’altra persona (il cane fortunatamente si è salvato) e ha pensato ad un malore, non ad una scarica elettrica!
Ora la linea è stata messa in sicurezza e il guasto riparato…ma cercando su internet (eh si…non ci volevo credere!!!) ho scoperto che purtroppo non è un caso isolato!
Solo chi ha o ha avuto un animale da compagnia può capire quanto dispiacere si prova…ancor di più se si perde a causa di un incidente. Bella musona mancherai tantissimo!
NB: alcuni fanno presente nei commenti che è giusto spostare l’animale, ma non a mani nude per non rischiare di venire folgorati

Ultimo grave caso a Milano nella zona delle colonne, dove un cane di razza Lagotto è rimasto ucciso dalla corrente dispersa da un faretto interrato, in questo caso anche il suo conduttore è finito in ospedale colpito da una forte scossa elettrica.

Mancata manutenzione?

Quello della dispersione di corrente è un fenomeno dovuto spesso alla mancata manutenzione dei tombini, che pieni d’acqua e a contatto con fili elettrici scoperti diventano conduttori micidiali di corrente che è stata fatale per cinque cani, mentre uno si è salvato per miracolo.

Dispersione di corrente da un tombino: cagnolino muore sul colpo

TORNA ALLA HOME

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità