48° anniversario della strage di Piazza Fontana

L’Amministrazione Comunale, l’Associazione Familiari Vittime di Piazza Fontana 12 dicembre 1969 e il Comitato Permanente Antifascista di Milano hanno partecipato al 48° anniversario della strage di Piazza Fontana.

48° anniversario della strage di Piazza Fontana
Rhodense, 13 Dicembre 2017 ore 18:14

Presenzia per l’Amministrazione comunale l’Assessore Sabina Tavecchia con il gonfalone della Città di Rho per ricordare la strage di Piazza Fontana.

In ricordo della strage di Piazza Fontana

L’Amministrazione Comunale ha accolto l’invito dell’Associazione Familiari Vittime di Piazza Fontana 12 dicembre 1969 e del Comitato Permanente Antifascista di Milano a partecipare al 48° anniversario della strage di Piazza Fontana. A nome dell’amministrazione ieri ha partecipato l’Assessore al Piano strategico, Sabina Tavecchia, con il gonfalone della Città di Rho. Il 12 dicembre del 1969 una bomba ad alto potenziale e di chiara matrice neofascista esplodeva nella Banca Nazionale dell'Agricoltura di Milano provocando 17 morti e 84 feriti. Fu l'inizio della strategia della tensione e il preludio alla stagione del terrorismo e dell'eversione in Italia. Nonostante numerosi processi e diverse sentenze, nonostante i colpevoli siano stati chiaramente individuati, per questa strage nessuno ha pagato. A 48 anni dalla strage, il Comitato Permanente Antifascista contro il terrorismo e per la difesa dell'ordine repubblicano, d'intesa con i Familiari delle Vittime, ha promosso una manifestazione non solo per rendere il doveroso tributo di memoria ai caduti, ai feriti ed ai familiari, ma anche per riflettere su una vicenda che presenta ancora troppi lati oscuri, anche per ciò che attiene al ruolo svolto da apparati deviati dello Stato.

L’assessore al Piano strategico Sabina Tavecchia

“E’ stato per me un grande onore rappresentare la Città di Rho alla cerimonia così sentita della strage di piazza Fontana. Ho visto numerosi gonfaloni comunali a testimonianza che il nostro territorio ha delle forti radici antifasciste. Ringrazio Giuseppe Sala, sindaco della Città Metropolitana di Milano, per la sua determinazione e per la sua capacità a leggere e interpretare i valori più sani e rappresentativi del nostro territorio. Così come accaduto per l’anniversario dell’eccidio di piazzale Loreto, Sala si è speso in modo coraggioso, dichiarando che occorre rispondere con l’antifascismo militante agli attuali rigurgiti di fascismo e sostenere chi difende gli articoli della Costituzione. Il suo proposito di vedere coinvolte anche le scuole nella prossima commemorazione è sicuramente da raccogliere anche per noi come sprone per le nostre scuole.”

Il programma

Il programma della cerimonia ha previsto il corteo con alla testa i Gonfaloni dei Comuni, della Regione Lombardia e della Città Metropolitana da piazza della Scala, seguendo via Santa Margherita, via Mengoni, piazza Duomo, via dell'Arcivescovado, a piazza Fontana. In contemporanea sono arrivate le staffette podistiche da Villasanta e Seregno. A seguire la posa delle corone in piazza Fontana e gli interventi conclusivi di Carlo Arnoldi, Presidente Associazione Familiari Vittime di Piazza Fontana 12 dicembre, Danilo Galvagni, Segretario Generale della CISL Milano Metropoli, Carla Nespolo, Presidente Nazionale dell’ANPI e Giuseppe Sala, Sindaco di Milano Ha coordinato gli interventi Roberto Cenati, Presidente Comitato Permanente Antifascista contro il terrorismo per la difesa dell’ordine repubblicano .