Menu
Cerca
Vittuone

Vuole attraversare lo Stretto di Messina in moto: fallisce (per ora) l'impresa

Fatale un problema in partenza: "Ma ci riproverò".

Vuole attraversare lo Stretto di Messina in moto: fallisce (per ora) l'impresa
Attualità Magenta e Abbiategrasso, 05 Giugno 2021 ore 16:46

Il 43enne vittuonese Luca Colombo, membro del Moto Club di Arluno, non è riuscito nell’impresa di attraversare lo Stretto di Messina a bordo della sua Crf 450R, modificata per l’occasione e fornita da Red Moto di Desio.

Vuole attraversare lo Stretto di Messina in moto

«Il morale è alto – afferma non dandosi per vinto – Ci riproverò sicuramente nelle prossime settimane». Dopo aver transitato sul lago di Como nel 2017 e registrato il record mondiale di velocità massima (104 chilometri orari) con una moto da cross sull’acqua il 6 luglio 2019, Colombo non si dà dunque per vinto e intende tornare alla carica in Sicilia. Il percorso, di 3,2 chilometri, prevedeva la partenza da Torre Faro (nel Messinese) e il traguardo in località Cannitello a Villa San Giovanni (in provincia di Reggio Calabria).

Fallisce (per ora) l'impresa

La giornata di sabato non è andata però come sperava. Il motociclista, sponsorizzato da 4 anni dalla Honda Red Moto, dichiara che la colpa è da imputare a una serie di fattori: «Non ci hanno dato nemmeno il tempo di provare, perciò era un salto nel buio. Potevo partire anche alle 6 del mattino, ma per questioni burocratiche mi hanno fatto “perdere tempo” per controllare le condizioni del mare che, secondo me, andavano bene ed erano visibili a occhio nudo. Nel mentre è passata un’ora, sono arrivate alcune navi cargo e il mare si agitava».

Errore fatale in partenza

Al momento della partenza, riferisce Colombo, si è registrato un errore fatale: «Chi mi ha dato il via non ha tenuto conto delle onde che stavano per infrangersi lungo il percorso. Una volta partito, e con la moto che stava prendendo velocità, a 400 metri mi sono trovato davanti dei muri d’acqua e mi sono dovuto fermare. Fossi partito prima, ce l’avrei sicuramente fatta».
Colombo conclude: «Vivo sul lago di Como, dove lavoro in un cantiere navale, con la mia compagnia e mia figlia di quasi 12 anni. Ho trascorso gli anni più belli della mia vita a Vittuone e spero di tornarci un giorno. Portando a casa questo nuovo record».