Attualità
Lombardia

Vaccinazioni: terza dose insieme ad anti-influenzale

Vicepresidente Moratti: "Oggi diamo il via ad una nuova tappa di questo piano vaccinale che prosegue con successo"

Vaccinazioni: terza dose insieme ad anti-influenzale
Attualità Milano città, 05 Ottobre 2021 ore 16:04

Vaccinazioni: da giovedì, terza dose insieme ad anti-influenzale. Moratti: "Affrontiamo questa ulteriore fase con grande fiducia. I numeri ci fanno guardare al futuro con cautela, ma anche con serenità. Continuiamo a restare in zona bianca".

Vaccinazioni: da giovedì, terza dose insieme ad anti-influenzale

"Oggi diamo il via ad una nuova tappa di questo piano vaccinale che prosegue con successo, come ha confermato ieri anche il generale  Francesco Paolo Figliuolo. Per tutte le fasce di età cresce, infatti, di giorno in giorno, il numero di vaccinati". Lo ha spiegato la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, nel corso della conferenza stampa sull'andamento della campagna vaccinale lombarda.

Le parole della Moratti

"Da giovedì 7 ottobre, negli hub vaccinali lombardi, ci sarà la possibilità di somministrare, in maniera abbinata, il vaccino anti Covid assieme al vaccino antinfluenzale a chi ne ha diritto. Il commissario Figliuolo - ha proseguito - ci ha concesso di vaccinare tutti coloro che hanno accesso ai servizi sanitari a qualsiasi titolo e hanno ricevuto la seconda dose da sei mesi: medici, infermieri, Oss, addetti alle mense, addetti alle pulizie, volontari del soccorso potranno dunque ricevere la terza dose. Ema ha inoltre appena approvato la somministrazione della terza dose anche agli over 18: Regione Lombardia anche per questo calendario, è già pronta ad attivarsi sulla base delle indicazioni che arriveranno dal Ministero della Salute".

Il successo della campagna vaccinale

"Affrontiamo questa ulteriore fase con grande fiducia. I numeri, del resto - ha sottolineato ancora la vicepresidente - ci fanno guardare al futuro con cautela, ma anche con serenità. Continuiamo a restare in zona bianca. L'alta adesione al piano vaccinale sta infatti dando risultati positivi sia sul numero sempre in diminuzione dei contagiati, che per quanto riguarda la diminuzione della pressione sugli ospedali, che ora possono concentrarsi su tutto il resto e non solo sulla lotta al Covid. I nostri concittadini hanno aderito con grande senso civico alla campagna. Prezioso è stato infine - ha sottolineato - il supporto del personale medico, dei medici di medicina generale, del personale dell'esercito, dei volontari della protezione civile, che ancora una volta ringrazio. Siamo ormai - ha concluso la vicepresidente - un'eccellenza internazionale nell'ambito del piano vaccinale: terzi in Europa dopo Portogallo e Danimarca e quarti al mondo, dietro a Israele, Portogallo e Danimarca".

Dal 22 novembre la Lombardia sarà pronta a vaccinare tutti gli over 18

Da lunedì 4 ottobre sono iniziate le vaccinazioni anche per gli over 80 (se sono passati 6 mesi dalla seconda dose) e in linea di massima dal 22 novembre, una volta ottenuti tutti i via libera necessari, potranno accedere liberamente anche tutti gli over 18, sempre a condizioni che siano trascorsi 6 mesi dalla seconda dose

Le parole del commissario Guido Bertolaso

"La Lombardia è pronta a offrire a tutti i cittadini lombardi la terza dose di vaccinazione anti-Covid". Lo ha confermato il coordinatore della campagna vaccinale, Guido Bertolaso, ricordando che sono già partite le somministrazioni per gli immunocompressi per i quali "la dose addizionale è necessaria al completamento del ciclo vaccinale primario e al raggiungimento di un adeguato livello di risposta immunitaria".

Le importanti indicazioni da Ema

"Ritengo che questo sia il percorso più giusto - ha spiegato Bertolaso - per un Paese come il nostro. Ieri, lunedì 4 ottobre, Ema ha mandato un messaggio forte e chiaro: ci dobbiamo preparare a una terza dose perché questo è necessario. Fino a quando il covid continuerà a girare nel mondo dovremo vaccinarci perché prevenire è meglio di curare. Credo che l'Agenzia Italiana del Farmaco aderirà a questa decisione di Ema, poi il ministero della Salute sentirà il Cts e quindi il generale Figliuolo poi ci diranno come procedere.  Noi siamo pronti, i vaccini ci sono, così come i centri e quindi prima di Natale cominceremo a vaccinare tutti gli italiani con la terza dose".

Gli step della vaccinazione

Dal 20 settembre i cittadini immunocompromessi si vaccinano nei centri massivi tramite prenotazione o vengono chiamati dalle strutture assistenziali di riferimento. La Regione Lombardia ha vaccinato circa il 10,7% di cittadini immunocompromessi, contro una media nazionale di circa il 6%.
Da domenica 3 ottobre i cittadini over 80 hanno la possibilità prenotarsi sul sito regionale per la somministrazione della dose Booster presso uno dei centri di prossimità.
Nella prima settimana (4 ottobre - 10 ottobre) iniziale sono stati previsti circa 14.000 slot disponibili giornalieri Dal 18 ottobre i cittadini potranno vaccinarsi anche presso 668 farmacie attive su tutto il territorio della Lombardia. Da questa settimana, poi, iniziano le vaccinazioni presso tutte le 724 RSA della Regione per gli ospiti ed il personale.

Le forze in campo per la somministrazione della terza dose

Tutte le RSA sono operative e possono interagire con il 'sistema Poste' e possono iniziare le somministrazione degli ospiti e del personale sanitario direttamente in loco e senza prenotazione L'operazione vede il forte coinvolgimento delle RSA e delle ASST e ATS locali secondo un nuovo modello di gestione integrato che prevede la vaccinazione del 90% del target entro novembre.

Prenotazioni in farmacia dall'11 ottobre

Una grande novità è rappresentata dal fatto che i cittadini potranno prenotarsi direttamente in farmacia (e non dal portale Poste) a partire da lunedì 11 ottobre. Le 668 farmacie aderenti grazie alla collaborazione di FederFarma inizieranno le somministrazioni a partire da lunedì 18 Ottobre (ATS Montagna, ATS Brescia, ATS Pavia). Da mercoledì 20 ottobre partiranno le farmacie in tutte le altre ATS (ATS Milano, ATS Insubria, ATS Brianza, ATS Bergamo, ATS Val Padana).

I medici di famiglia in campo per la vaccinazione

È stato definito con i Medici di Medicina Generale un accordo per la somministrazione della terza dose di vaccino. Quelli aderenti alla campagna vaccinale avranno in carico le vaccinazioni domiciliari e/o presso i loro ambulatori in linea con i requisiti per la somministrazione. Bertolaso ha quindi spiegato che "Il personale sociosanitario potrà ricevere la dose 'booster' dall'11 di ottobre ed entro la fine di dicembre avremo vaccinato tutti". Come nella fase 1, gli operatori sanitari potranno essere vaccinati presso il proprio luogo di lavoro (ospedali, ambulatori, etc. pubblici e privati) mentre gli altri operatori sanitari presso i Centri Vaccinali con prenotazione sul portale Poste.

I numeri della campagna vaccinale

Bertolaso, infine, ringraziando tutti coloro che hanno permesso alla Lombardia di raggiungere questo primato, ha ricordato i numeri odierni (5 ottobre) della campagna vaccinale, vale a dire:

- 15.085.977 somministrazioni totali (comprese le dosi aggiuntive)

- 7.655.809 cittadini completamente vaccinati

- 8.006.301 cittadini con almeno 1 vaccinazione

- 17.495 le dosi aggiuntive già somministrate.