Attualità
Ripartire

Una "scuola d'impresa" per creare nuovi posti di lavoro

Il Comune di Bollate in collaborazione con Afol ha aperto le iscrizioni al nuovo banco.

Una "scuola d'impresa" per creare nuovi posti di lavoro
Attualità Bollatese, 18 Gennaio 2022 ore 11:10

Il nuovo progetto del Comune di Bollate "Cultura in bolla" punta a dare una nuova opportunità ai disoccupati puntando a realizzare una nuova attività autonoma.

"Cultura in bolla" per ripartire

Si chiama “Cultura in bolla” ed è un progetto finalizzato a favorire l’occupazione, l’inclusione sociale e la creazione d’impresa nei quartieri di Bollate. Realizzato dal Comune in collaborazione con Afol Metropolitana e con la Cooperativa sociale Stripes, ente capofila, e il Consorzio Solidarietà in rete, il progetto prevede principalmente la promozione di una cultura imprenditoriale e offre sostegno nel lungo percorso formativo orientato alla creazione di una nuova attività autonoma.

“Pur con tutte le difficoltà legate alla pandemia - ha evidenziato l’Assessore al Lavoro Giuseppe de Ruvo – desideriamo mettere sempre maggior attenzione sul tema del lavoro, che ha grande centralità nella vita di ciascuno, delle famiglie e di tutta la comunità. L’Amministrazione di Bollate desidera mettere impegno su questo tema e per questo, a fine 2021, ha rinnovato l’adesione ad AFOL Metropolitana proprio con la volontà di mettere in campo progetti specifici. Il progetto Cultura in Bolla è uno di questi”.

Di cosa si tratta

Il percorso di formazione imprenditoriale offerto da Cultura in bolla è gratuito e rivolto a cittadini italiani e stranieri maggiorenni, in possesso del permesso di soggiorno valido, disoccupati e residenti a Bollate con priorità ai quartieri di edilizia residenziale pubblica (ERP) di via Turati 40 e via Verdi. L’obiettivo è fornire ai partecipanti conoscenze, metodologie e strumenti per progettare e realizzare un’impresa o aprire una partita IVA come consulente. Il corso partirà a febbraio e prevede 75 ore di attività di gruppo in aula il martedì e il venerdì, dalle 9.30 alle 14.30. Durante le lezioni, oltre alla teoria, saranno proposte esercitazioni individuali e di gruppo per strutturare il business plan della propria idea imprenditoriale.

Un percorso seguito passo dopo passo

Il percorso, attraverso moduli pratici e interattivi, partirà dall’analisi delle competenze di ciascuno, sia quelle tecniche specialistiche sia quelle trasversali, per arrivare a lavorare su ogni singolo aspetto da analizzare per la creazione e la realizzazione di una nuova attività imprenditoriale con valenza sociale. Durante le lezioni, si valuteranno le attività di marketing e comunicazione sul territorio, si studieranno le forme giuridiche di impresa per individuare quella più adatta e si analizzeranno gli eventuali finanziamenti pubblici e privati a disposizione per sostenere la propria attività.

Come partecipare

Per iscriversi non bisogna percepire nessuna misura di sostegno al reddito e non si devono avere in corso politiche attive per il lavoro, come Dote Unica Lavoro e Garanzia Giovani. I candidati devono inviare una email a: a.tantone@afolmet.it indicando: nome e cognome, indirizzo, codice fiscale, telefono, email e curriculum vitae aggiornato. Specificare nell’oggetto “Cultura in Bolla”. Per saperne di più e ricevere risposte e aiuti concreti per le proprie necessità, visitare il sito Afol: https://www.afolmet.it/2022/01/07/bollate-a-lezione-dimpresa-grazie-a-cultura-in-bolla/

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter