Attualità
Il caso

Una piazza unita per dire "No" alla discarica

Nuove autorizzazioni, ricorsi e segnalazione dei camion in transito nel centro abitato: questi alcuni temi trattati nell'assemblea "No discarica".

Una piazza unita per dire "No" alla discarica
Attualità Legnano e Altomilanese, 22 Ottobre 2021 ore 17:13

Sono state circa 200 le persone che hanno partecipato all'assemblea pubblica "No discarica" nella serata di ieri, giovedì 21 ottobre 2021, in piazza San Giorgio a Casorezzo organizzata dal Comitato Cittadini Antidiscarica di Busto Garolfo e Casorezzo insieme a Legambiente.

Tutti uniti per continuare la battaglia contro la discarica

Oltre ai membri del Comitato Antidiscarica e a quelli di Legambiente presenti anche i rappresentanti dei sei Comuni del Plis del Roccolo, tra cui la prima cittadina di Busto Garolfo Susanna Biondi e il sindaco di Casorezzo Pierluca Oldani.

A condurre la serata la presidente del Comitato Antidiscarica Eleonora Bonecchi:

"Bisogna ricordare con forza che tutti gli sforzi delle più di 400 persone che negli anni si sono susseguite nei presidi e nelle assemblee sono valsi a molto: abbiamo permesso ad una generazione di crescere senza discarica. Perché non possiamo pensare di continuare la battaglia? L’assemblea vuole essere uno sprone affinché i cittadini non si scordino di quello che tutti insieme siamo riusciti a fare. Gli ultimi anni sono stati difficili, abbiamo dovuto lottare contro Solter anche durante una pandemia. Da quando Città Metropolitana ha modificato quell’Aia, ad agosto l’azienda ha ripreso a spron battuto con i camion. Ne passano ogni giorno a decine e decine, creano ingorghi per moltissimi metri e i cittadini sono allarmati. Abbiamo bisogno di un rinnovato entusiamo e soprattutto di idee nuove".

La necessità di una raccolta fondi

Portare avanti dei ricorsi contro Solter ha un costo: proprio per questo durante la serata, la sindaca Biondi ha espressamente richiesto un aiuto da parte di tutti per poter portare avanti le cause.

Oltre a questo aspetto, durante la serata, i cittadini sono stati informati sulle vicende legali intorno all'annosa questione e all'autorizzazione concessa da Città Metropolitana a Solter.

"Segnalate il passaggio di camion per il centro abitato"

Altro, e nuovo, argomento è quello del passaggio di camion per il centro abitato di Casorezzo. Il sindaco Oldani ha richiesto ai cittadini infatti di segnalare il passaggio di mezzi pesanti. Tema che sta a cuore anche al Comitato, che ha concluso:

"La situazione è decisamente preoccupante: i camion ormai hanno invaso le nostre strade.I primi disagi veri si iniziano a sentire ma a breve, molto breve, rumore e puzza saranno la normalità e forse solo la montagna di rifiuti ci farà capire l'entità del disastro annunciato che si sta pian piano realizzando alle porte di casa nostra. Perché sta succedendo nonostante la sentenza del Tar abbia fermato il progetto. Purtroppo l'ennesima autorizzazione ha riaperto il cantiere e noi cittadini siamo nuovamente vittime di decisioni prese a decine di chilometri dal nostro territorio".