Attualità
Salute

Un nuovo farmaco per curare una malattia rara

Il centro di malattie rare di Legnano un punto di riferimento a livello lombardo.

Un nuovo farmaco per curare una malattia rara
Attualità Legnano e Altomilanese, 22 Marzo 2022 ore 15:33

E' iniziata la somministrazione presso l'ospedale di Legnano di un nuovo farmaco in grado di migliorare la qualità della vita dei pazienti.

Il nuovo farmaco a Legnano

Presso il Centro Malattie Rare dell’Ospedale di Legnano, coordinato dalla dr.ssa Paola Faggioli e diretto dal Prof. Antonino Mazzone, è iniziata la somministrazione di una terapia innovativa – primi in Italia - ad una paziente affetta da Emoglobinuria Parossistica Notturna (EPN), una grave patologia che obbligava la paziente ad accessi settimanali in ospedale per controlli ed infusioni.

Questa nuova terapia è basata sul farmaco Ravulizumab, medicinale usato per il trattamento di adulti e bambini con peso di almeno 10 kg, affetti da Emoglobinuria Parossistica Notturna (EPN), oppure Sindrome Emolitico- Uremica Atipica (SEUa), due patologie potenzialmente letali.

Una migliore qualità della vita

La novità di questo trattamento è anche nella frequenza di somministrazione del farmaco - solo sei volte l’anno - con un importante vantaggio sulla qualità di vita del paziente. Per l’Emoglobinuria Parossistica Notturna, la terapia dura tutta la vita e il farmaco viene somministrato come infusione (flebo) in vena; i pazienti assumono una dose iniziale, denominata dose di carico, e successivamente una dose di mantenimento.

La cura può essere ottenuta soltanto con prescrizione medica e deve essere somministrata sotto la supervisione di un medico esperto nel trattamento di pazienti affetti da malattie del sangue o patologie renali. Attualmente, la paziente sta bene, soddisfatta di questa nuova terapia che ha migliorato nettamente la sua qualità di vita.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter