Attualità

Tra nuovi incroci, code e polemiche finiti i lavori alla rotonda «Salvavita»

La zona in fondo a corso Europa, tra Rho, Lainate e Pogliano Milanese cambia look con un solo obiettivo: maggiore sicurezza

Tra nuovi incroci, code e polemiche finiti i lavori alla rotonda «Salvavita»
Attualità Rhodense, 16 Ottobre 2022 ore 13:00

Nei prossimi giorni saranno rimossi i mezzi di cantiere che determineranno la chiusura dei lavori della rotonda "Salvavita"

Era la rotonda maledetta diventerà la rotatoria "Salvavita"

Era la rotonda maledetta, diventerà la rotonda Salvavita. Sono state ultimate nei giorni scorsi, le opere per la realizzazione della nuova rotonda situata tra i comuni di Rho, Lainate e Pogliano Milanese e come confermatoci da Anas, che si è occupata dei lavori, entro la fine del mese saranno rimossi anche i mezzi di cantiere che attualmente si trovano nelle aiuole ai lati della nuova rotatoria. «Come previsto - spiegano da Anas - termineremo i lavori entro la fine del mese. Nei prossimi giorni sarà realizzata la segnaletica orizzontale e verticale che al momento è quella, come si può vedere dalle righe gialle, di cantiere. Non solo, saranno rimossi i mezzi e effettuata la nuova pavimentazione».

Un'opera che di è delineata giorno dopo giorno

Un’opera attesa che si è delineata giorno dopo giorno con conitnui cambiamenti per gli automobilisti in transito nella zona. «Adesso la viabilità è quella definitiva spiegano da Anas e non sarà più camnbiata». Per quanto riguarda le novità rispetto al passato, chi arriva di Legnano ed è diretto verso MIlano avrà due possibilità.
Dopo aver superato lo svincolo della rotonda che porta verso Pogliano-Vanzago gli automobilisti potranno tenere la destra e dirigersi verso il centro di Rho per poi percorre Corso Europa verso Milano oppure girare a sinistra e immettersi sulla Statale del Sempione verso il capoluogo Lombardo. Chi invece arriva da Milano e deve dirigersi sulla 229 verso Pogliano-Vanzago potrà percorrere la strada senza doversi fermare, come succedeva in passato. Stessa cosa per chi da Rho si immette verso Legnano, dopo aver dato la precedenza nel primo tratto, avrà il diritto di precedenza per tutto il secondo tratto della rotatoria e potrà percorrere la rotatoria senza doversi fermare.

Polemiche per il restringimento delle corsie

Una rotonda non bella dal punto di vista estetico, come dicevamo in apertura di articolo che ha già creato malumori. Numerosi automobilisti, infatti, contestano il restringimento di carreggiata per chi arriva dal la Statale del Sempione ed è diretto verso Legnano. Da due corsie si è passati a una, le code sono aumentate soprattutto nel tratto dal semaforo di Biringhello alla rotatoria. C’è chi sui social ha accusato i progettisti di Anas chiamandoli degli ingegneri alla Lupo de Lupis e chi ancora si è sbizzarrito a pubblicare modifiche alla rotatoria.

Manca una pista ciclabile

Modifche nelle quale non è stata inserita anche una pista ciclabile che manca al progetto. Un progetto, ed è giusto ricordarlo, fatto con un unico obiettivo quello di far diventare quel tratto di strada meno pericoloso di quanto lo era prima. Saranno riusciti nel loro intento i tecnici di Anas. Diamo tempo al tempo e vediamo se la situazione migliorerà, se gli incidenti diminuiranno e se ci saranno meno morti e feriti. Solo allora, se questi obiettivi non saranno raggiunti potremo lamentarci di qualche minuto in più passato in coda.

Seguici sui nostri canali