Menu
Cerca
rho

Sciopero fuori dalla Citterio: "Chiediamo l'assunzione per chi lavora nello stabilimento di Modena"

"La storia degli appalti Bellantani parte da lontano, da una serie di cooperative di quelle che falliscono per non pagare le tasse2

Sciopero fuori dalla Citterio: "Chiediamo l'assunzione per chi lavora nello stabilimento di Modena"
Attualità Rhodense, 11 Giugno 2021 ore 10:18

Sciopero fuori dalla Citterio di Rho: "Anni di incertezze e continui cambi appalto. Chiediamo l'assunzione per chi lavora nello stabilimento di Modena"-

Sciopero fuori dalla Citterio: "Chiediamo l'assunzione per chi lavora nello stabilimento di Modena"

Sono scesi in strada i dipendenti della Citterio che da qualche tempo lavorano nello stabilimento Bellantani di Modena. Il motivo? I continui cambi di appalto. Per questo motivo i dipendenti hanno deciso di dire basta.

"Anni di incertezze e continui cambi appalto. La storia degli appalti Bellantani parte da lontano, da una serie di cooperative di quelle che falliscono per non pagare le tasse. Negli ultimi tempo entrano delle imprese, me il tema dell'evasione o del fallimento non cambia. Da sempre si chiede stabilità per i lavoratori, perchè c'è un problema di tassazione aggiuntiva ogni volta che avviene un cambio appalto: quando si arriva alla denuncia dei redditi per l'anno in cui si verifica un cambio di appalto, avviene un abbassamento delle detrazioni fiscali per i lavoratori e nei fatti c'è una decurtazione secca del reddito individuale. Al momento, giusto per dare stabilità e prospettive alle maestranze, si vogliono affidare i lavoratori, veniamo trattati come sacchi di patate, ad una cooperativa che nella operazione raddoppia il numero dei suoi dipendenti! Siamo difronte ad una piccola azienda che, ancora una volta, rischia di essere travolta dagli eventi e di andarsene  tra qualche mese: è ora di dire basta! Chiediamo a Citterio di procedere alla assunzione diretta di tutte le maestranze operanti nello stabilimento Bellantani di Modena".