Attualità
L'attesa per la conclusione dell'opera

Ritardi superstrada Rho-Monza: un'interrogazione in Regione

Il Consigliere Massimo De Rosa dei Cinque stelle ha chiesto novità alla Giunta .

Ritardi superstrada Rho-Monza: un'interrogazione in Regione
Attualità Rhodense, 24 Gennaio 2022 ore 14:58

Il Consigliere regionale Massimo De Rosa del Movimento cinque stelle ha presentato un'interrogazione per chiedere novità sui ritardi della Rho-Monza.

L'interrogazione in Consiglio regionale

Il Consigliere Regionale del Movimento Cinque Stelle, Massimo De Rosa, interroga Regione Lombardia in merito ai ritardi legati all’iter di realizzazione della superstrada Rho-Monza, con particolare riguardo alla realizzazione delle opere di mitigazione dell’impatto ambientale.

«La superstrada doveva snellire il traffico durante Expo 2015 - ha affermato De Rosa - Siamo nel 2022 e i cittadini devono ancora fare i conti, ogni giorno, con i disagi imputabili ai ritardi legati alla realizzazione dell’opera. Dallo scorso ottobre, la chiusura dell’uscita di Novate genera ingorghi in via Polveriera, verso la Comasina e viceversa e nel sottopasso di via Vittorio Veneto. Mezz’ora al giorno per percorrere circa 500 metri è inaccettabile, anche in funzione delle ripercussioni sulla qualità dell’aria. Per questo ho chiesto a Regione Lombardia di rendere note le motivazioni dei ritardi".

Ritardi anche per le opere di mitigazione

Il consigliere pentastellato non ha chiesto solo risposte riguardo la realizzazione della strada ma anche delle opere di mitigazione ambientale che dovrebbero andare di pari passo rispetto al resto del cantiere.

"Vorrei avere informazioni non solo sui ritardi legati alla realizzazione dell’opera, ma soprattutto a quelli relativi alla realizzazione delle previste opere di mitigazione dell’impatto ambientale della stessa, promesse durante l’iter di approvazione - ha affermato De Rosa - I cittadini hanno diritto di conoscere un cronoprogramma dei lavori che, finalmente, abbia date certe e attendibili. Allo stesso tempo ho chiesto a Regione Lombardia quali interventi intenda attuare, per migliorare il sistema di rilevazione della qualità dell’aria nella zona. Ritengo che l’installazione di centraline di rilevazione delle polveri sottili, nel territorio interessato dall’opera, sia indispensabile per monitorare i livelli relativi alla qualità dell’aria.

Un incontro con la Consulta

"Una volta in possesso di tutte queste informazioni sarà necessario convocare una riunione della "Consulta Rho Monza" - ha continuato De Rosa - In tale sede discutere le motivazioni e le possibili soluzioni relative ad eventuali ritardi nella realizzazione sia dell’opera sia degli interventi di mitigazione ambientali. Occorre intervenire, perché la situazione non è più né sostenibile, né tollerabile».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter