Attualità
Magenta

Ricco programma per la Festa di San Martino

La Città di Magenta scalda i motori per la festa del suo santo patrono, nella quale verrà consegnato anche l'importante San Martino d'oro

Ricco programma per la Festa di San Martino
Attualità Magenta e Abbiategrasso, 31 Ottobre 2022 ore 16:22

Scalda i motori la Città di Magenta in vista della Festa di San Martino. Le celebrazioni del santo patrono cittadaino rappresentano infatti uno degli eventi più partecipati e sentiti della Città della Battaglia.

Ricco programma per la Festa di San Martino

A presentare questa ricorrenza che vede in prima linea Comune, Pro Loco e Comunità Pastorale sono stati il sindaco Luca del Gobbo ed il presidente prolochino Pietro Pierrettori che, nel corso di una conferenza hanno illustrato nel dettaglio il programma della festa. San Martino si tratta infatti di un momento di unione tra il senso religioso, la società civile e le istituzioni.

Il calendario degli eventi

Gli appuntamenti inizieranno già questo weekend ed in particolare nella giornata di domenica, quando alle 10.30 nella Basilica di San Martino ci sarà la santa messa solenne alla presenza delle autorità e delle associazioni, dove si terrà la deposizione di una corona di fiori in onore del Santo. Al termine della celebrazione ci sarà la tradizionale benedizione dei mezzi agricoli con la sfilata per piazza Liberazione. Alle 15.30, ci sarà una visita guidata della Basilica a cura della Comunità Pastorale dal titolo «Fede, storia e arte». Durante la giornata, al termine delle mese ci sarà inoltre la vendita del «Dolce di San Martino», il cui ricavato verrà devoluto al progetto «Non di solo pane».

Si prosegue poi lunedì nella sala consigliare di via Fornaroli con la presentazione del libro «Tra le piaghe della veste. Don Luigi Crespi, Parroco di magenta (1878-1961) scritto da Natalia Tunesi e Carlo Morani che raccoglie la vita di uno dei parroci storici della Città della Battaglia.

Il giorno clou della kermesse, sarà però quello di venerdì 11: il giorno in cui viene assegnata la più alta onorificienza magentina: il «San Martino d’oro» che premia quelle figure che hanno dato lustro attraverso il loro impegno nell’ambito del volontariato e del sociale alla città. Sono diversi gli appuntamenti previsti però per la giornata, partendo dalle 10.30 con la Santa Messa in Basilica per il 50esimo anniversario dei sacerdoti magentini don Maurizio Rivolta, don Tarcisio Colombo e don Antonio Oldani. La sera sempre all’interno della chiesa è atteso il gran concerto di San Martino con una scaletta di grandissima qualità a cura dell’associazione Totem, al termine del quale è prevista proprio la consegna del «San Martino d’oro».

Le parole di Pierrettori e Del Gobbo

«Non possiamo ovviamente dare alcun tipo di anticipazione sul nome del vincitore - spiega il presidente di Pro Loco, Pierrettori - Bocche cucite quindi. Però ci tengo veramente a sottolineare come questo non sia un premio, ma un riconoscimento verso chi, attraverso il suo grande impegno è riuscito a portare in alto il nome della nostra città sia dentro che fuori dai confini cittadini». Parole a cui hanno fatto eco quelle del sindaco Del Gobbo: «Il San Martino d’oro è arrivato alla sua 23esima edizione e, anche quest’anno andrà a premiare una personalità di grande spessore per la nostra città. Posso dire in particolare che la persona sulla quale è ricaduta la scelta ha dimostrato molti pregi sia a livello sociale che economico».

La manifestazione si concluderà poi con l’ultimo appuntamento fissato per domenica 13 alle 17.30 con la preghiera per la pace in piazza Formenti.

Seguici sui nostri canali