Attualità
L'omaggio

Rho omaggia don Giulio Rusconi a 60 anni dalla sua morte

Ordinato il 9 giugno 1900, don Rusconi fu un punto di riferimento della città per 62 anni realizzando numerose opere a favore dei rhodensi

Rho omaggia don Giulio Rusconi a 60 anni dalla sua morte
Attualità Rhodense, 09 Dicembre 2022 ore 12:50

Il Sindaco Andrea Orlandi e il prevosto don Gianluigi Frova si sono recati nella giornata di Sant'Ambrogio al cimitero di corso Europa dove riposa, nella cappella dedicata ai sacerdoti, don Giulio Rusconi, per ben 62 anni coadiutore alla parrocchia di San Vittore.

Realizzò l'oratorio maschile San Luigi in via De Amicis

Ordinato il 9 giugno 1900, don Rusconi svolse il proprio ministero presbiteriale sempre a Rho, dove operò su vari fronti facendo dell’oratorio maschile San Luigi di via De Amicis un centro di formazione religiosa, culturale, politica e sociale. Morì in città il 7 dicembre 1962.

Il prevosto don Gianluigi Frova: "Rho non sarebbe la stessa se non ci fosse stato don Giulio"

“Il suo impegno educativo ha dato vita a molte opere che oggi si onorano di portare il suo nome, ha educato generazioni di giovani con uno sguardo attento alla formazione religiosa, culturale e sociale – ha ricordato don Gianluigi Frova benedicendo la tomba del sacerdote – Tutta Rho, sia in ambito ecclesiale sia in ambito civile, non sarebbe la stessa se non ci fosse stato don Giulio. Il prossimo anno lo ricorderemo con alcuni momenti particolari, riscoprendo i tanti doni del suo mandato su questo territorio”.

Il sindaco Andrea Orlandi : "Per molti anni è stato il punto di riferimento della città"

“Don Giulio è stato punto di riferimento per molti a Rho – ha rievocato il Sindaco Andrea Orlandi, depositando dei fiori davanti alla tomba del sacerdote – Si è dato da fare tra gli operai come cappellano del lavoro, ha istituito una cassa per i depositi e i prestiti, ha educato diverse generazioni di giovani e ha anche avviato, nel 1906, una compagnia filodrammatica che ho voluto ricordare inaugurando il nuovo Teatro Civico Roberto de Silva. I frutti della sua presenza ancora si notano in città. E’ ricordato tra i preti “sociali” della Diocesi di Milano e il suo amore per la musica vive in diverse istituzioni: il Corpo Musicale cittadino parrocchiale e l’Istituto Musicale Rusconi. Rendergli omaggio, a 60 anni dalla sua scomparsa, è doveroso”.

Seguici sui nostri canali