pero

Raccolta firme per non demolire la scuola

Promossa da alcuni esponenti politici locali, contro la demolizione dell’istituto della frazione

Raccolta firme per non demolire la scuola
Attualità Rhodense, 16 Giugno 2021 ore 11:27

Raccolta firme per non demolire la scuola. Già 117 consensi raccolti in pochi giorni contro la demolizione della scuola della frazione di Cerchiate .

Raccolta firme per non demolire la scuola di Cerchiate

Già 117 firme raccolte in poche giorni contro la demolizione della scuola di Cerchiate. Dalle parole si è passati ai fatti è alcuni esponenti politici locale hanno avviato una sottoscrizione al fine di bloccare il progetto dell’amministrazione di radere al suolo la primaria della frazione. Una decisione presa al fine di collocare tutte le elementari in un unico Polo scolastico. Scelta questa sulla quale tutti gli esponenti politici si sono mostrati contrari, e ora anche 117 cittadini che hanno deciso di firmare il volantino di protesta. «L’amministrazione ha deciso tutto questo – si legge nello scritto contro la demolizione della scuola di Cerchiate – senza tener conto dell’opinione dei cittadini e del Consiglio di Istituto del Comprensivo, senza considerare il ruolo centrale della scuola per la nostra comunità. Riteniamo che, aumentando gli insediamenti abitativi, sia buona prassi aumentare i servizi e non diminuirli. Senza la scuola le frazioni muoiono: appare evidente il disinteresse della giunta per le frazioni, che sarebbero trasformate in quartieri dormitorio. Questa amministrazione non può e non deve decidere il nostro futuro. Mentono quando dicono che stanno realizzando il loro programma o mentivano allora quando sono venuti a chiedere i vostri voti nascondendo le loro vere intenzioni: sapevano bene che se avessero  dichiarato di volerci privare della nostra scuola non avrebbero raccolto i voti necessari alla loro riconferma.Per questo promuoveremo iniziative tese a dissuadere gli amministratori comunali dal proseguire nella loro azione senza tener conto della volontà dei cittadini. Avremo bisogno del sostegno di tutti perché si avvii quel percorso  partecipato tanto sbandierato ma senza l’effettiva intenzione di voler realizzare. Stiamo raccogliendo già online e lo faremo anche attraverso dei banchetti, le adesioni dei cittadini che vorranno: mantenere aperta la scuola di Cerchiate e partecipare attivamente alla progettazione di un bene  comune quale quello della scuola. Vorremmo, al di là di schieramenti, che la voce dei cittadini venisse ascoltata. Questa amministrazione, se leggete il loro programma elettorale, ci ha sempre mentito, a partire dalla tanto sbandierata partecipazione (vedi caserma dei carabinieri ed ex Marconi, ad esempio). E’ arrivato il momento di costringerli ad avviare quel percorso partecipato che, alla fine, non vogliono realizzare. Ogni voce, ogni contributo, ogni firma sarà fondamentale».