Menu
Cerca
La segnalazione a Parabiago

"Quel marciapiede è pericoloso, sistematelo"

L'appello di una parabiaghese affinché il Comune intervenga e sistemi un marciapiede: "Qualcuno potrebbe cadere e farsi male. E' pericoloso".

"Quel marciapiede è pericoloso, sistematelo"
Attualità Legnano e Altomilanese, 06 Giugno 2021 ore 09:30

"Il marciapiede davanti al palazzo dove abito è dissestato e pericoloso; ho contattato in tutti i modi possibili il Comune di Parabiago, ma ancora non ho avuto alcuna risposta su un possibile intervento per sistemare la situazione".

"Il marciapiede è pericoloso": l'appello di una parabiaghese

E' lo sfogo della parabiaghese Simona Restelli che da febbraio ha iniziato a segnalare le condizioni in cui versa il marciapiede in via Turati prima all’amministratore di condominio e poi direttamente al Comune.

"Proprio fuori dal portone del palazzo il marciapiede non è a livello e si forma come una buca. Mio papà, che è anziano, ogni volta ha il terrore ad uscire; ma il problema non è solo suo perché nel condominio ci sono anche altri anziani.... è pericoloso. Così ho segnalato la problematica all’amministratore di condominio, che ha provato a intercettare il Comune, ma senza successo. Proprio per evitare che qualcuno possa cadere e farsi male, ho deciso di muovermi in prima persona".

La richiesta di intervento al Comune

Così la parabiaghese ha cercato un contatto con l’Amministrazione.

"Ho prima scritto al sindaco Raffaele Cucchi, che mi ha rimandato alla mail istituzionale; ho scritto anche lì, inviando tutte le foto che avevo, ma ancora non ho ricevuto alcuna risposta. Nel frattempo mio papà è caduto... per fortuna non si è fatto nulla, ma dobbiamo aspettare che qualcuno si faccia male davvero?".

Intanto, a prendere in mano la segnalazione è stato il gruppo Cittadinanza Attiva Parabiago, che lunedì 31 maggio 2021 ha presentato un vero e proprio esposto al primo cittadino e all’assessore ai Lavori pubblici Dario Quieti per essere ricevuti ed esporre la situazione.
Dall’Amministrazione fanno sapere che non avrebbero ricevuto richieste ufficiali, ma che stanno portando avanti tutte le verifiche del caso; l’intervento potrebbe essere già inserito nel piano di riqualificazione di alcune vie cittadine.