Attualità
venditori di frutta

Quegli ambulanti sempre fermi e senza pagare il suolo pubblico

Lettera di una commerciante che chiede di fare luce sui camion che vendono frutta e verdura

Quegli ambulanti  sempre fermi  e senza pagare il suolo pubblico
Attualità Rhodense, 21 Gennaio 2023 ore 17:00

Dalle arance ai mandarini, dai pomodori alle olive e in alcuni casi anche i formaggi. Pubblicità sui social e prodotti che arrivano dal Sud per essere venduti ai cittadini di Rho.

Pubblicità sui social per pubblicizzare i propri in vendita

Si fanno chiamare ambulanti, fanno, come detto, la pubblicità sui social, indicando dove sono e dove vendono i loro prodotti e soprattutto, a differenza degli ambulanti del mercato di Rho, non pagano la tassa di occupazione del suolo pubblico.

La legge prevede che non paghino la tassa solo se girano per la città

E’ chiara e senza giri di parole la domanda che una commerciante, lettrice di Settegiorni, ha posto alla nostra redazione. «Ma questi camion che vendono prevalentemente frutta e verdura, sempre fermi negli stessi punti della città, pagano la tassa di occupazione del suolo pubblico?» La risposta, come detto è «no». No perché i venditori ambulanti che vendono i loro prodotti girando per le strade della città non devono pagare la tassa di occupazione del suolo pubblico in quanto la legge non lo prevede. La stessa legge prevede però che, nel caso in questione, i camion che vendono frutta e verdura, girino e non rimangano in un punto fisso.

Sempre fermi in un punto fisso della città

Un punto fisso non solo giornaliero, ma praticamente annuale visto che i camion sono sempre nello stesso punto come fossero dei negozi a cielo aperto. E come mai non c’è mai nessun controllo nei loro confronti? Una lettera dettagliata quella della commerciante rhodense che invita le Forze dell’ordine a eseguire controlli su questi venditori «pseudo ambulanti».

Ma rilasciano lo scontrino fiscale?

L’altra cosa sollevata, che però è tutta da verificare, riguarda il fatto che , sempre secondo la nostra lettrice, i titolari dei camion di frutta e verdura non rilascerebbero mai uno scontrino fiscale.

Seguici sui nostri canali