Menu
Cerca
Ambiente

Portò il plogging a Vanzaghello: premio a Laura Vitali

Laura Vitali vince un premio nazionale molto importante nel settore del volontariato: sua l'idea di portare il plogging a Vanzaghello.

Portò il plogging a Vanzaghello: premio a Laura Vitali
Attualità Legnano e Altomilanese, 16 Maggio 2021 ore 08:56

Ventisei anni, studentessa di filosofia e vanzaghellese doc: Laura Vitali vince il premio nazionale di riconoscimento di giovani talenti TOYP (The Outstanding Young Persons), conferito da JCI (Junior Chamber International). Lei ad aver portato il plogging a Vanzaghello.

Plogging a Vanzaghello: l'idea di Laura che le è valso il premio

A far trionfare Laura l’organizzazione del gruppo locale di plogging, l’attività sportiva inventata in Svezia che consiste nel raccogliere rifiuti mentre si corre. Il gruppo di volontari è in azione da quasi un anno e conta un totale di circa 20/25 ploggers, di cui alcuni "fedelissimi" e altri più saltuari. Il plogging-Vanzaghello è ormai conosciuto da tutti in paese, e i risultati raggiunti non sono indifferenti: ogni settimana i volontari del gruppo creato da Laura raccolgono diversi sacchi di spazzatura sparsa per il paese, contribuendo attivamente alla tutela e alla pulizia dell’ambiente. Le uscite di plogging vanzaghellesi sono state più volte encomiate dall’Amministrazione locale, e vi hanno preso parte anche diversi esponenti della Giunta e del Consiglio.

Le parole di Laura Vitali

Il premio ufficiale verrà conferito a Laura verso settembre, che nel mentre, come premio aggiuntivo, ha potuto iniziare a seguire gratuitamente un corso di comunicazione e ha tenuto un discorso in diretta streaming per raccontare la natura del suo progetto.

"È una cosa che non mi sarei mai aspettata. Un po’ di tempo fa mi ha chiamato un membro di JCI Italy dicendomi che mi volevano candidare per la categoria volontariato, ma non mi sarei mai aspettata di vincere, è stata davvero una bella soddisfazione. Grazie a CI Italy ho conosciuto giovani imprenditori, e il confronto con loro sarà senz’altro un fattore di crescita; inoltre con la mia vittoria posso contribuire a una maggiore diffusione della pratica del plogging a livello nazionale, spronando altre persone a intraprendere quest’attività. Del resto ci vuole davvero poco: un minimo di organizzazione col Comune e comunicazione via social e il grosso è fatto, poi basta uscire di casa e iniziare il “lavoro sporco”. Questo premio appartiene a tutti i volontari che ogni settimana vengono a raccogliere sacchi su sacchi di spazzatura. Se fossi stata da sola in questo progetto non avrei concluso nulla, perché è solo l’azione collettiva che può produrre un vero cambiamento".