Attualità
Presidio in centro

Piazza San Magno si colora dei colori della pace

Legnano si mobilita per chiedere di fermare la guerra.

Piazza San Magno si colora dei colori della pace
Attualità Legnano e Altomilanese, 01 Marzo 2022 ore 20:01

Piazza San Magno dice "no" alla guerra.

Piazza San Magno chiede di fermare la guerra in Ucraina

Sono state centinaia le persone che oggi, martedì 1 marzo 2022, a partire dalle 18, si sono radunate nel cuore di Legnano per dare vita a un presidio di pace, a sei giorni dall'inizio dell'invasione dell'Ucraina da parte della Russia. La piazza si è riempita di bandiere e cartelli tricolori, ma anche blu e gialli, i colori della bandiera ucraina che simboleggiano il cielo e il grano del grande Paese straziato dai combattimenti. A rispondere all'appello lanciato dalle tre sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil con l’Anpi cittadina, e che ha visto subito l'adesione di Libera e dell'associazione Comitato Laboratorio di quartiere Mazzafame, sono state decine di associazioni della zona (tra cui Amnesty international, Emergency, Legambiente, solo per citarne alcune), i sindaci del territorio (oltre al primo cittadino legnanese Lorenzo Radice, c'erano i colleghi di Canegrate Roberto Colombo, Castano Primo Giuseppe Pignatiello, Dairago Paola Rolfi, Rescaldina Gilles Ielo, San Giorgio su Legnano Walter Cecchin) e tanti semplici cittadini. A dire il suo "no" alla guerra, in piazza c'era anche il prevosto di Legnano monsignor Angelo Cairati.

8 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter