Attualità
AZIENDA STORICA

Orgoglio a Robecchetto: Alberto Candiani si aggiudica il premio scientifico Capo d'Orlando

Al numero uno dell'azienda che produce jeans in paese il riconoscimento nella sezione Scienza e industria

Orgoglio a Robecchetto: Alberto Candiani si aggiudica il premio scientifico Capo d'Orlando
Attualità Legnano e Altomilanese, 04 Ottobre 2022 ore 12:11

Il Premio Scientifico Internazionale “Capo d’Orlando” attribuito ad Alberto Candiani, presidente della Candiani Spa, azienda con sede a Robecchetto con Induno.

Candiani si aggiudica il premio, per la sezione "Scienza e industria"

Ad Alberto Candiani, presidente della “Candiani Spa”, va il Premio Scientifico Internazionale “Capo d’Orlando” per la sezione “Scienza e industria”. La consegna del prestigioso riconoscimento organizzato dal Museo Mineralogico Campano - Fondazione Discepolo avverrà il prossimo 7 ottobre, alle 18, a Vico Equense (Napoli), cittadina che rappresenta la porta d’ingresso della splendida penisola sorrentina.

La motivazione: "La sua è una lungimirante direzione di un'azienda simbolo del Made in Italy"

Candiani riceverà il riconoscimento “Per la lungimirante direzione della sua famosa azienda, simbolo del Made in Italy nel mondo nel settore moda,  e per aver coniugato innovative tecnologie produttive con la salvaguardia ambientale”.

Breve storia della Candiani

La “Candiani Spa”, fondata nel 1938, esalta l’innovazione sostenibile in ogni suo prodotto, come nel caso del brevetto Coreva, il primo denim stretch biodegradabile e compostabile al mondo, vincitore di numerosi premi internazionali. L’azienda è divenuta popolare a livello internazionale per la produzione di tessuti denim di alta qualità che fornisce a brand noti in tutti il mondo, con 615 dipendenti e un fatturato di 100 milioni di euro.

Tutti i premiati

Di alto profilo anche gli altri premiati della 24esima edizione del Premio Scientifico Internazionale Capo d’Orlando, che già vanta nel suo palmares 17 premi Nobel e numerosi personaggi di spicco del mondo della cultura, dell’imprenditoria e della divulgazione scientifica e culturale. Tra loro, per esempio, c'è la Prof.ssa Emmanuelle Charpentier, Premio Nobel per la Chimica nel 2020 e Direttrice dell’Istituto di Malattie Infettive del Max Planck Institute di Berlino ritirerà il premio scientifico. Il riconoscimento per la sezione “Comunicazione multimediale” sarà invece attribuito al giornalista Gennaro Sangiuliano, direttore del Tg2 e ideatore della rubrica “Alla scoperta dei musei d’Italia”. Per la sezione “Divulgazione” ritirerà la targa il Prof. Enrico Alleva, vicepresidente del Consiglio Superiore di Sanità. Il riconoscimento per il “Management Culturale” sarà consegnato al Dr. Fabio Pagano, Direttore del Parco Archeologico dei Campi Flegrei. Il premio per la sezione “Scienza e alimenti” sarà invece attribuito alla Dott.ssa Carla Ferreri, Primo Ricercatore del Cnr, massima esperta di lipidomica in Italia, cioè la scienza che studia i grassi di cui è composta la nostra membrana cellulare.

La cerimonia in programma a Napoli

L’evento, che si terrà alle 18 nello storico e maestoso Castello Giusso, sarà presieduto dal Prof. Matteo Lorito, Rettore dell’Università “Federico II” di Napoli, ateneo che patrocina la manifestazione unitamente a CNR, UGIS, e Regione Campania e Città di Vico Equense. Moderatrice la Dr.ssa Anna Meldolesi, giornalista del “Corriere della Sera”. Il Premio “Capo d’Orlando”, ideato nel 1999 da Umberto Celentano, Direttore del Museo di Vico Equense, vanta nel suo Albo d’Oro protagonisti della scienza come il matematico John F. Nash, la cui storia ha ispirato il film “A Beautiful Mind”, il biologo James Watson, co-scopritore del DNA, il fisico Andre Geim, artefice della scoperta del Grafene, di cui ha donato esemplari al Museo di Vico Equense, e dal 2020 ha come Presidente Onorario Sir Paul Nurse, Premio Nobel, e Direttore del Francis Crick Institute di Londra.

Seguici sui nostri canali