Attualità
aumenta il fatturato

Officine Mak: ancora un anno di forte crescita

È cresciuto anche il numero dei dipendenti, sia diretti che collaboratori.

Officine Mak: ancora un anno di forte crescita
Attualità Legnano e Altomilanese, 05 Luglio 2022 ore 11:15

Ancora un anno di forte crescita di utili e fatturato per Officine Mak, la società specializzata nella rigenerazione urbana e riqualificazione di aree dismesse.

Officine Mak: continua il lavoro di riqualificazione

Nel 2021 l’intero Gruppo Consonni (che comprende Officine Mak s.r.l., Be.co. commerciale Italia s.r.l., Paullo Investimenti s.r.l., Paullo Center s.r.l, Sami s.r.l e la Consonni Company) amministrato da Daniele Consonni, ha chiuso l’anno con un fatturato di 55.252.155 milioni di euro, registrando un incremento del 57%, mentre l’utile ante imposte è passato a 6.117.269 milioni di euro, con un aumento del 120% sull’anno precedente.

Nonostante le difficoltà dettate dalle contingenze economiche e del settore edilizio, i risultati dell’anno appena trascorso hanno confermato la continua crescita delle società del Gruppo. La sola Officine Mak s.r.l. ha registrato un fatturato di oltre 35 milioni (35.460.576 €) segnando un incremento del 60% rispetto al 2020.

In crescita anche il numero di dipendenti

È cresciuto anche il numero dei dipendenti, sia diretti che collaboratori, e l’intera occupazione generata dall’azienda ha raddoppiato gli addetti nel confronto anno su anno.

“Abbiamo confermato quanto di buono avevamo raggiunto nell’anno della pandemia, consolidando le nostre attività e continuando a cogliere le opportunità sul territorio per quanto riguarda ex siti industriali dismessi e grandi aree bisognose di essere restituite alle comunità, generando così benessere sociale e indotti importanti – dichiara Daniele Consonni, Amministratore Delegato di Officine Mak – La nostra crescita sarà forte anche l’anno prossimo, per il quale siamo già in grado di prevedere numeri altrettanto importanti e in aumento”.

Diversi i principali progetti in corso d’opera e altrettanti vedranno presto i primi sviluppi: l’area ex La Cecosa di Casei Gerola per 120mila mq, l’area ex Nokia di Cassina de’ Pecchi con il progetto residenziale Abitare Martesana, l’area della ex Torriani di Cologno Monzese di 40mila mq, le aree nell’alto milanese (Legnano, Busto Arsizio e Cerro Maggiore) per ulteriori 120mila mq complessivi, la ex area Ceruti di Bollate per altri 40mila mq e la ex Galbani di Melzo per 90mila mq.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter