Attualità
Il problema ad Arluno

Nuovo centro culturale: cantiere bloccato

A causa del procedimento giudiziario nei confronti di due componenti esterni della commissione aggiudicatrice, il cantiere del nuovo centro culturale di Arluno resta fermo.

Nuovo centro culturale: cantiere bloccato
Attualità Magenta e Abbiategrasso, 10 Luglio 2022 ore 14:00

A causa del procedimento giudiziario nei confronti di due componenti esterni della commissione aggiudicatrice, il cantiere del nuovo centro culturale di Arluno resta fermo fino a data da destinarsi.

Cantiere del nuovo centro culturale bloccato: ecco perché

L’annuncio è stato fatto dall’assessore alle Opere pubbliche Pietro Tiberti durante il Consiglio comunale di giovedì 30 giugno 2022, non senza note di rammarico nella voce.

"Abbiamo sentito Anac per capire come muoversi in questa fase delicata e non abbiamo ancora ricevuto una risposta. Nel frattempo abbiamo chiesto un parere legale per sapere come procedere e riprendere al più presto le attività".

L’augurio della Giunta è che i tempi siano brevi, ma una cosa è certa e scontenta le opposizioni: i lavori dell’opera da 2,6 milioni di euro sono traslati dal 2023 al 2024.

Il punto di vista di Cambiamo Arluno

Nonostante non attribuisca a nessuno la colpa di questo ritardo, il capogruppo di Cambiamo Arluno Alfio Colombo sottolinea una mancata attenzione nel cronoprogramma degli interventi.

"Fin da subito ci era sembrato costellato di tappe forzate, con previsioni assolutamente ottimistiche. Dai conti che abbiamo sottomano, per l’auditorium saremmo finiti a ottobre 2024 fa mesi di affidamento per il contratto, quelli successivi per l’iter burocratico, e ci era sembrato irrealistico. Oggi si aggiunge una situazione grave e delicata. La prospettiva a questo punto è una sola: il rischio di concludere il vostro mandato senza che l’opera venga realizzata, uno smacco a livello politico e amministrativo. Invito quindi la Giunta ad aprire un confronto sia con il paese, sia con le minoranze".

Le richieste di Corrado (Lega) e le tempistiche

La consigliera di minoranza leghista Nella Corrado è invece intervenuta per chiedere lumi sul tempismo di risoluzione del problema. Capire cioè i tempi che occorrono per sbloccare il parere tecnico e quando avverrà la nuova nomina nella commissione dei lavori.

Ha risposto l'assessore:

"Mi auguro facciano presto. Mentre per il parere legale spero che a fine luglio avremo maggiori informazioni. In ogni caso, qualora ci sia incompatibilità con la carica, scatta la surroga e in questo caso lo stesso dovrebbe accadere per il presidente della commissione. Una volta ripartito l’iter, ci sarà il verbale di operazioni concluse con l’affidamento dei lavori".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter