Attualità
UN TRAGUARDO INEDITO

Nonna Giuseppina ha spento 106 candeline

«Circondarsi d’amore, donandolo agli altri», questo l'elisir di lunga vita secondo le nipoti della persona più anziana di Castano Primo

Nonna Giuseppina ha spento 106 candeline
Attualità Legnano e Altomilanese, 07 Maggio 2022 ore 12:00

«Circondarsi d’amore, donandolo agli altri». Non hanno dubbi familiari e operatrici della casa di riposo nell’individuare l’elisir di lunga vita di Giuseppina Bianchi, che lunedì ha spento 106 candeline diventando così la cittadina castanese più longeva.

Gioie e dolori nella sua lunga esistenza

Lei infatti vive e respira l’amore, talvolta lo canta pure. E’ questo il segreto di un’esistenza, quella vissuta dalla centenaria nata in paese nel 1916, che, come per tutti, è stata costellata da gioie e dolori. Nonna Giuseppina, nonostante la perdita di un figlio colpito da una bomba inesplosa durante la guerra, ha sempre messo l’amore al primo posto, un biglietto da visita che, chi opera nella Rsa Colleoni, dove lei abita ormai da diversi anni, ha subito notato fin dal primo giorno in cui ha messo piede in struttura.

"Una vita lunga, densa di gioie ma anche dolori", racconta una delle nipoti, Cristiana

Tutt’oggi l’amore rappresenta la sua cifra. Lo testimoniano anche le parole usate dalle nipoti, tra cui la primogenita Cristiana che la dipinge in questa maniera: «Mia nonna ha avuto una vita lunga, piena di gioie e dolori, anche dispiaceri importanti. La sua forza, però, è sempre stata racchiusa nell’amore. Penso sia stato questo l’elisir per una vita tanto lunga come la sua. L’amore che l’ha alimentata e circondata finora ed è tutt’ora la fiamma che la tiene viva». Dal punto di vista caratteriale, prosegue la nipote, Giuseppina è «una persona solare, rispettosa, intelligente. E’ sempre stata bene voluta da tutti. Ama cantare, ballare».

Al compleanno c'era anche il sindaco Pignatiello

Lunedì scorso, giorno del suo compleanno, è stata «eletta» come cittadina più longeva. Una vera e propria «star» per la comunità castanese, tanto che il sindaco Giuseppe Pignatiello ha fatto di tutto per essere presente al suo compleanno. «Una figura che ho imparato a conoscere e apprezzare».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter