Disagi

Nido allagato, domani sarà chiuso

Succede a Legnano: a fare le spese dell'acquazzone di oggi pomeriggio è stato il Salvo D'Acquisto di via Colombes.

Nido allagato, domani sarà chiuso
Attualità Legnano e Altomilanese, 27 Luglio 2021 ore 21:35

Nido allagato a causa dell'acquazzone e disagi per gli utenti.

Nido allagato a causa dell'acquazzone a Legnano

Succede a Legnano, dove la pioggia abbattutasi con violenza nel pomeriggio di oggi, martedì 27 luglio 2021, ha allagato il cortiletto interno del nido Salvo D'Acquisto di via Colombes. L'acqua è tracimata all'interno dello stabile arrivando a bagnare alcune attrezzature. Nonostante il tempestivo intervento del personale di Euro.pa, nella giornata di domani, mercoledì 28 luglio, la struttura non sarà agibile. La comunicazione all'utenza è già stata data, ma il sindaco Lorenzo Radice ci ha tenuto a informare anche il Consiglio comunale. In apertura della seduta odierna, in corso in forma mista (alcuni consiglieri sono in aula a Palazzo Malinverni, gli altri sono collegati da remoto), il primo cittadino ha dichiarato: "Oggi pomeriggio sì è abbattuta anche su Legnano una discreta quantità d’acqua - per usare un eufemismo - in pochissimi minuti: ahinoi, segnale del cambiamento climatico che è in atto e vediamo stagione dopo stagione. Non si sono registrati particolari problemi in città, eccettuato uno che abbiamo già provveduto a prendere in carico e segnalare agli utenti interessati al servizio. Si tratta del nido Salvo D'Acquisto dove c'è stato una sorta di allagamento in un cortiletto interno all’asilo: l'acqua è scesa talmente velocemente che si è creata una specie di reflusso, che è entrato nel nido e ha bagnato alcune attrezzature. Gli uffici tecnici con Euro.pa hanno provveduto ad asciugare e sgomberare il tutto, purtroppo domani l’asilo nido sarà chiuso. Si è già provveduto a comunicare alle famiglie questo disservizio, speriamo ci sia comprensione. Purtroppo questa è una delle tante tematiche che dovremo velocemente andare ad affrontare, perché c'è un tema irrisolto da affrontare rispetto a quel cortiletto interno. E il cambiamento climatico rende ancora più urgente lavorare su queste tematiche. Mi spiace per i genitori coinvolti in questo disservizio, ma già da dopodomani speriamo di poter procedere alla riapertura".