Attualità
Esperienza

Morimondo: in Argentina con lo "Scambio giovani" del Rotary

Un'opportunità unica per viaggiare, conosce nuove culture, rivolta a giovani intraprendenti

Morimondo: in Argentina con lo "Scambio giovani" del Rotary
Attualità Magenta e Abbiategrasso, 26 Agosto 2022 ore 14:03

Si chiama Diego Spinoni, ha 17 anni e per un anno, grazie al Programma “Scambio Giovani” del Rotary, vivrà e studierà in Argentina.

Il programma "Scambio giovani"

Si chiama Diego Spinoni, ha 17 anni, e per un anno, grazie al Programma “Scambio Giovani” del Rotary, vivrà e studierà in Argentina. Il suo omologo e coetaneo argentino Tomas Etchedaray, invece, arriverà in Italia il 5 settembre e il Rotary Club Morimondo Abbazia gli farà da “tutore” per tutto il tempo in cui resterà da noi. Diego è partito martedì, salutato per il suo club sponsor dalla Past President Mariangela Donà e dalla segretaria Vanessa Locatelli, che gli hanno anche affidato i gagliardetti che durante il proprio soggiorno in Argentina scambierà con i club rotary locali che lo ospiteranno, raccogliendo le sue impressioni sul soggiorno. “Scambio Giovani” è la traduzione italiana del programma del Rotary International “Rotary Youth Excange”, alias RYE: programma attivo da oltre 80 anni e che dà la possibilità ai giovani di provare un'esperienza di vita all'estero.

Progetto per studenti dai 15 ai 19 anni

Il programma è aperto a studenti delle superiori dai 15 ai 19 anni e si articola in soggiorni estivi in famiglia o camp di due settimane per gli scambi brevi (Short Term], oppure in soggiorni di un anno scolastico, in coincidenza con la quarta classe della scuola superiore, per gli scambi lunghi (Long Term). I candidati devono presentare domanda e ottenere la sponsorizzazione attraverso un Rotary Club della loro zona, ma non è richiesto che i genitori siano rotariani. Il Morimondo Abbazia ha appunto sponsorizzato Diego Spinoni, così come negli anni scorsi altri ragazzi prima di lui. Diego è arrivato in Argentina mercoledì, dove ha trovato ad attenderlo un comitato di accoglienza composti da suoi coetanei. Caratteristica precipua dei giovani del Rye sono i pins, le tipiche spillette da appuntare sulla giacca.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter