Attualità
Tra i primi in Italia

Monopattino, ordinanza del sindaco: a Bareggio casco per tutti

Da giovedì 2 settembre scatta l'obbligo anche per i maggiorenni.

Monopattino, ordinanza del sindaco: a Bareggio casco per tutti
Attualità Magenta e Abbiategrasso, 02 Settembre 2021 ore 15:28
Da giovedì  2 settembre a Bareggio casco obbligatorio sul monopattino anche per i maggiorenni. Linda Colombo è tra i primi sindaci in Italia a firmare l'ordinanza sulla sicurezza stradale alla luce dei tanti incidenti che stanno vedendo protagonisti i conducenti dei monopattini elettrici, l'ultimo dei quali è costato la vita, pochi giorni fa, a un ragazzo di Sesto San Giovanni.

Monopattino, casco per tutti

“In base alle statistiche Istat – ha spiegato Colombo – da maggio a dicembre 2020 gli incidenti che hanno coinvolto un monopattino elettrico sono stati 564 con 518 feriti e nei primi mesi del 2021 si sono già registrati cinque decessi”. La legge in vigore a livello nazionale prevede l'obbligo del casco solo per i minorenni (il monopattino può essere utilizzato dai 14 anni in su), ma Colombo ha voluto correre ai ripari ed estenderla a tutti i cittadini. “Indossare il casco è il modo più efficace per ridurre gli infortuni gravi e i decessi – ha sottolineato il sindaco di Bareggio -. E' stato dimostrato che il rischio di incidenti gravi cala del 70% e la probabilità di morire del 40%, oltre ad abbattere i costi sanitari”.

L'ordinanza

Colombo ha deciso di varare l'ordinanza, valevole per il momento per sei mesi in via sperimentale, anche considerando la viabilità di Bareggio.

“La nostra rete stradale – si legge nel documento firmato dal primo cittadino – è connotata dalla presenza della ex statale 11. Riteniamo che la presenza di tale arteria e del traffico veicolare da cui è interessata richieda un rafforzamento delle condizioni di sicurezza in relazione alla circolazione dei monopattini. La nostra Polizia Locale, come da indicazione dell'Amministrazione, presterà grande attenzione su questa tematica, proprio per ammonire e attenzionare chi non si comporta correttamente, anche per quanto riguarda i limiti di velocità previsti per i monopattini, mettendo così in pericolo la propria incolumità e quella altrui”.