Attualità
ELEZIONI AMMINISTRATIVE

Le primarie di Progetto Cambiare agli sgoccioli: Alfano, Marta e Ziprandi i nomi più quotati

La lista dovrebbe schierare un elemento «nuovo», poco vociferato negli ultimi mesi. L'opposizione attende la prima mossa

Le primarie di Progetto Cambiare agli sgoccioli: Alfano, Marta e Ziprandi i nomi più quotati
Attualità Legnano e Altomilanese, 27 Marzo 2022 ore 18:00

Quella alle porte per Magnago sarà una settimana decisiva per capire chi saranno gli sfidanti alla poltrona di sindaco. Le elezioni amministrative si avvicinano ma nessuna delle due parti ha ancora svelato il proprio capolista né, sostanzialmente, ha ancora deciso.  Indubbiamente più vicina l'attuale Amministrazione, che nei prossimi giorni farà la sua scelta definitiva.

Il punto della situazione: Alfano, Marta e Ziprandi i nomi più quotati per la candidatura a sindaco

Progetto Cambiare però dovrebbe schierare un elemento «nuovo», poco vociferato negli ultimi mesi. Sembrano, per ragioni diverse, in forte ribasso le quotazioni di Massimo Rogora e Angelo Lofano, i due nomi che maggiormente sono stati fatti in questi ultimi mesi. L'attuale maggioranza ha però ripetutamente affermato che il candidato sindaco sarebbe uscito dall'attuale squadra di «governo», ovvero i consiglieri comunali in carica in questo momento. Si esclude ovviamente Carla Picco, reduce da due mandati consecutivi da prima cittadina e che farà comunque parte della Giunta in caso di riconferma della lista civica di centro-sinistra, ma anche l'assessore uscente Daniela Grassi, Roberta De Bernardi oltre che, con pressoché certezza, il vicesindaco Andrea Scampini. La conta è così presto fatta e in lizza per il ruolo di capolista rimangono Fabio Alfano, da dieci anni assessore al bilancio, e i due consiglieri Gianluca Marta e Lorena Ziprandi: le «primarie» interne al gruppo, quelle definitive, arriveranno a ore e difficilmente il prossimo candidato sindaco di Progetto Cambiare sarà diverso da uno di questi ultimi tre nomi.

Cosa succede in opposizione

Più fluida, invece, la situazione sul fronte opposto. Il tanto atteso matrimonio tra il centro destra, la nuova lista civica Siamo Magnago e Bienate oltre che l'attuale consigliere comunale pentastellato Emanuele Brunini e il «battitore libero» Mario Ceriotti non si è ancora consumato. Le forze in campo non si sbilanciano visto che gli equilibri, attuali e futuri, sono molto delicati, tra nomi da mettere in lista e possibili assetti di «governo» in caso di vittoria.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter