Attualità
caro bolletta

Le piscine legnanesi non chiudono

Il Comune di Legnano ha voluto così garantire il servizio e i corsi ai legnanesi.

Le piscine legnanesi non chiudono
Attualità Legnano e Altomilanese, 22 Giugno 2022 ore 16:09

Iniezione di liquidità di 50mila euro da parte del Comune di Legnano per garantire il funzionamento e l'apertura delle piscine legnanesi.

Il contributo per mantenere aperte le piscine

Ha avuto esito positivo l’incontro tenutosi nei giorni scorsi fra il Comune, rappresentato dal sindaco Lorenzo Radice, dall’assessore allo Sport Guido Bragato e dal presidente della commissione Sport Letterio Munafò, e i vertici della società Rari Nantes; incontro che ha affrontato i temi posti sul tavolo dalla società stessa nella riunione di lunedì 13 giugno.

L’amministrazione comunale ha deciso di intervenire con un contributo straordinario di 50mila euro. Questa somma, che era stata già allocata dall’amministrazione per il sostegno al nuoto, si è liberata a seguito del riconoscimento da parte del Governo di fondi alle piscine per il caro energia. Il Comune può così impiegarla per calmierare le tariffe applicate alle società sportive che lamentano difficoltà per l’aumento generalizzato dei costi. A questo punto sono oltre trecentocinquantamila gli euro messi in campo per il sostegno all’attività natatoria legnanese.

Le parole del sindaco e della Rari Nantes

«L’amministrazione comunale, quest’anno, aveva già rafforzato il suo sostegno al nuoto legnanese con un aumento di circa 200mila euro per il mantenimento in funzione della piscina -ricorda il sindaco Lorenzo Radice - con queste ulteriori risorse andiamo incontro alle difficoltà che le società sportive stanno affrontando nello svolgimento delle loro attività a seguito dell’aumento generalizzato dei costi. Questo intervento segue il percorso che ha definito gli interventi impiantistici della piscina per garantirne il funzionamento sino alla realizzazione del nuovo impianto. Da qui vogliamo ripartire chiedendo alle società legnanesi uno sforzo per aprirsi a forme di collaborazione e integrazione fra loro».

Soddisfatti dell'accordo anche i rappresentanti della società di nuoto, Rari Nantes:

«Ringraziamo il Sindaco Radice, l’Assessore Bragato e il Presidente della Commissione Sport Munafò, che nei giorni scorsi hanno accettato d’incontrarci -le parole di Maddalena Belloni, Presidente della Rari Nantes Legnano - la Società ha potuto, così, porre all’attenzione dell’Amministrazione alcune criticità in seno alla Piscina ed è pronta a collaborare alla ricerca di equilibri interni basati su equità ed efficienza. Ringraziamo, altresì, l’Amministrazione per essersi attivata nel reperire risorse straordinarie da destinare alle società natatorie di Legnano che quest’anno avevano dovuto rinunciare in toto al contributo comunale, indirizzato interamente a evitare la chiusura dell’impianto».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter