Attualità
La svolta

Francesca, da architetto a educatore cinofilo

Dopo aver adottato «Penny», una cucciola con un brutto passato alle spalle, Francesca ha deciso di chiudere il suo studio e cambiare vita

Francesca, da architetto a educatore cinofilo
Attualità Rhodense, 18 Settembre 2021 ore 08:53

"Ora “l’architetto Francesca” è solo un ricordo. Ho chiuso il mio studio e ho realizzato il mio grande sogno". Quello di fare l'educatore cinofilo

Dallo studio di  Architettura e Design ai libri per diventare educatore cinofilo

Può un cane cambiare letteralmente la vita di una persona? Dopo aver sentito questa storia la risposta è senza dubbio «si». Protagonista della vicenda è Francesca Masperi una giovane rhodense che, dopo aver adottato «Penny», una cucciola con un brutto passato alle spalle e un sacco di paure e disturbi comportamentali, ha deciso di cambiare la sua vita. Dopo la laurea magistrale in Architettura Civile al Politecnico di Milano, Francesca ha aperto uno studio di Architettura e Design.

Un lavoro che andava a gonfie vele fino a quando è arrivata Penny

Un lavoro che andava a gonfie vele, ma poi di mezzo ci si è messa «Penny». «La passione per gli animali, soprattutto per i cani, l’ho sempre avuta fin da bambina - racconta Masperi - Poi quando ho incontrato “Penny” ho capito subito che in lei c’era qualcosa che non andava, la vedevo stare male, essere costantemente in ansia, in preda a paure inspiegabili e volevo a tutti i costi aiutarla a vivere più serenamente. Iniziai allora a studiare, a informarmi e a leggere tantissimi libri sull’educazione, sulla psicologia e sulla comunicazione canina. Frequentai corsi, seminari e stages sul comportamento e sul funzionamento della mente del cane».

Il percorso per diventare educatore cinofilo è stato più impegnativo dell'università

«Mossa dal desiderio di aiutare “Penny” decisi di rimettermi a studiare e mi iscrissi ad un corso per diventare educatore cinofilo. Non si trattava di uno di quegli pseudo-corsi “fuffa” che promettono di formare educatori cinofili in un paio di settimane (e purtroppo ne esistono tantissimi), ma di un corso serissimo, durato più di due anni, in cui ho dovuto sostenere esami molto complessi e superare prove pratiche davvero durissime. E’ stato un percorso molto più impegnativo di quello universitario. Durante la settimana lavoravo in studio e la sera studiavo fino a tardi cinofilia. Nei weekend frequentavo le lezioni e mi allenavo con “Penny” e con tanti altri cani».

Dopo aver risolto i problemi di Penny ho deciso di dedicarmi a tempo pieno all'educazione dei cani

«Conclusi il corso brillantemente insieme a “Penny” che, grazie alla preparazione che avevo nel frattempo maturato, aveva risolto molti dei suoi problemi. Iniziai a rendermi conto di sentirmi davvero felice solo quando lavoravo con i cani. I risultati e i miglioramenti che ottenevano grazie al mio aiuto erano evidenti e per me erano fonte di immensa soddisfazione. A ciò seguì un periodo di profonda riflessione che mi fece finalmente capire quale fosse la mia reale vocazione: l’educazione cinofila. Ora “l’architetto Francesca” è solo un ricordo. Ho chiuso il mio studio e ho realizzato il mio grande sogno». Oggi Francesca è un educatore cinofilo professionista certificato Fisc-Coni.