Attualità
i consigli

La pace? Ecco come possiamo difenderla ogni giorno

Verranno illustrate durante la serata diversi modi per fare la propria parte.

La pace? Ecco come possiamo difenderla ogni giorno
Attualità Legnano e Altomilanese, 11 Novembre 2022 ore 11:59

Un incontro a Legnano con il gruppo d'acquisto Gasabile per parlare di pace e di come difenderla ogni giorno con azioni concrete.

Come difendere la pace ogni giorno

Gasabile, gruppo d’acquisto solidale del legnanese e Aequos, cooperativa di gruppi d’acquisto solidali attiva nel territorio lombardo, organizzano una serata aperta al pubblico per confrontarsi sul tema quanto mai attuale della pace, rapportato a semplici scelte e gesti quotidiani che sono determinanti per custodirla. ‘Se vuoi la pace, prepara la pace’ è l’ambizioso titolo proposto dagli organizzatori, che ha ottenuto il patrocinio del comune di Legnano.

Nel corso della serata verranno proiettate delle video interviste fatte a tre tra i maggiori esperti di questioni economiche, etiche e solidali: ANDREA DI STEFANO Giornalista esperto in Finanza Etica, autore radiofonico
e direttore del mensile Valori. MARIO AGOSTINELLI Ecologista, politico, già ricercatore all’ENEA, è presidente dell’Associazione LAUDATO SI, un’alleanza per il clima, la cura della Terra, la giustizia sociale.

Gli interventi concreti nel quotidiano

FRANCESCO GESUALDI Attivista e saggista: promuove l'uso di strumenti come il consumo critico, la "non collaborazione", il boicottaggio, il commercio alternativo, l'obiezione fiscale, la finanza sostenibile, le reti locali, la banca del tempo, lo sviluppo sostenibile, cercando in questo modo di favorire una rivoluzione degli stili di vita, della produzione e dell'economia e ha fondato insieme ad Alex Zanotelli la rete Lilliput.

Grazie ai loro interventi la discussione verterà principalmente sulle conseguenze della guerra russo-ucraina, le implicazioni socio-economiche e le possibili scelte da mettere in atto, come cittadini e come Amministrazioni, per essere costruttori di pace negli ambiti della nostra vita quotidiana, partendo dalle nostre scelte e dai nostri consumi.

“Il conflitto in Ucraina ci mette di fronte ad una realtà che non immaginavamo nemmeno di dover affrontare” commentano gli organizzatori. “Se vogliamo davvero la pace dobbiamo essere consapevoli che le nostre scelte e le nostre azioni sono determinanti, e possono fare la differenza se siamo in tanti a farle”.

Seguici sui nostri canali