Attualità
60 anni di esperienza

La gioielleria Rainoldi tra le attività storiche di Regione Lombardia

Da Gilberto a Riccardo Rainoldi il loro negozio è aperto dal 1962.

La gioielleria Rainoldi tra le attività storiche di Regione Lombardia
Attualità 31 Luglio 2022 ore 10:30

La gioielleria Rainoldi tra le attività storiche di Regione Lombardia. Da Gilberto a Riccardo Rainoldi il loro negozio è aperto dal 1962.

La gioielleria Rainoldi attività storica

Presenza, passione ed esperienza. Potrebbe essere riassunta in queste parole la storia di Gioielleria Rainoldi, il negozio di Baranzate che nel 2022 è entrato a far parte delle attività storiche di Regione Lombardia. La tradizione ha lasciato il segno in via Sauro, che è una delle 456 attività che sono diventate punto di riferimento di una città e hanno superato le difficoltà dell’avanzare deglia anni.

Dal 1962

La bottega della famiglia Rainoldi negli anni Sessanta era in una corte: è stato Gilberto Rainoldi, oggi 83enne, a credere nella sua arte. Un artigiano di altri tempi, che ha trasformato il suo mestiere di una delle attività più conosciute e amate del paese. Il primo negozio vero e proprio è stato creato in via Trieste e poi in via Sauro, dov’è tutt’oggi e dove viene gestito da Riccardo, uno dei figli di Gilberto. "Mio papà viene un po’ meno in negozio ma non si nega qualche ora di lavoro - ha spiegato Riccardo - Lui ha iniziato proprio al banchetto, è un orafo e ha sempre lavorato con grande passione, con lima e sega. Ha creato di tutto, dalle lavorazioni più semplici ad anelli fatti a mano, fino a spille personalizzate col nome".

Quella volta che...

Ne hanno viste di storie e ne possono raccontare di aneddoti i Rainoldi, testimoni del tempo che passa e delle mode che corrono: "Prima si vendeva sempre tanto l’oro, che fosse giallo o bianco, mentre ora si cerca un po’ più il brand - ha detto - Tempo fa è entrato un uomo che aveva acquistato a San Pietroburgo una pietra che non pensava fosse preziosa tanto quanto gliel’avevano venduta. Cambiava colore e così è venuto qui per capire il perché". Ebbene, si trattava di Alessandrite, una gemma che ha primato di essere la pietra preziosa più rara al mondo, proprio per la sua capacità di modificare il colore in base alla luce: «A quel punto gli ho consigliato di tenerla con cura e lui mi ha chiesto di personalizzarla, creando un gioiello unico: abbiamo realizzato un anello incastonato con dei diamanti».

"Non è facile"

E’ passato tanto tempo da quando il sogno del papà è diventato realtà ed essere nominato realtà storica non è da tutti: "Noi siamo davvero orgogliosi per questo - ha continuato Riccardo Rainoldi - Sotto un certo punto di vista, bisogna ammettere che non è facile. Le difficoltà sono molteplici, i tempi sono quelli che sono. Ma non possiamo mollare: l’esperienza che abbiamo è maturata negli anni, la nostra presenza costante qui ha reso il negozio un vero punto di riferimento: magari nei dintorni non ti sanno consigliare una gioielleria, ma se nomini “Il negozio di Gilberto” sanno di cosa parli. Anche se non è facile... cosa fai, ti arrendi? Assolutamente no".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter