Quarta edizione

Ingegneria agraria, una studentessa di Legnano tra i vincitori dell'AgroInnovation award

E' Sara Vignati, premiata per la tesi di laurea magistrale "Analisi multivariata di dati per la caratterizzazione di oidio in cetriolo mediante tecniche di imaging".

Ingegneria agraria, una studentessa di Legnano tra i vincitori dell'AgroInnovation award
Attualità Legnano e Altomilanese, 07 Luglio 2021 ore 15:16

Ingegneria agraria e meccatronica, la legnanese Sara Vignati si aggiudica la quarta edizione dell'AgroInnovation award, premio riservato a studenti delle facoltà di Agraria che si sono distinti nel corso del 2020 per la realizzazione di tesi di laurea e di dottorato capaci di affrontare con un approccio particolarmente innovativo e spesso geniale alcuni nodi che il settore sta cercando di sciogliere sia dal punto di visto colturale che della sostenibilità.

Ingegneria agraria, Sara Vignati si aggiudica il premio riservato alle tesi più innovative

Sara, laureata all'Università degli studi di Milano, è stata premiata per la tesi di laurea magistrale "Analisi multivariata di dati per la caratterizzazione di oidio in cetriolo mediante tecniche di imaging". Il premio le è stato consegnato nella mattinata di oggi, mercoledì 7 luglio 2021, da Image Line, in collaborazione con l’Accademia dei Georgofili e con il patrocinio del Conaf.
Gli interventi del presidente dell’Accademia dei Georgofili Massimo Vincenzini, del ceo di Image Line Ivano Valmori e del Consigliere Conaf Renato Ferretti, che hanno aperto ufficialmente l’evento di premiazione, hanno sottolineato l’importanza di creare sempre più momenti dedicati ai giovani perché possano esprimere le proprie idee e mettersi in gioco per un futuro dell’agricoltura sempre più innovativo e al passo con i tempi.
"Oggi, chiamati a realizzare cambiamenti importanti nel settore della produzione primaria, abbiamo più che mai bisogno di nuove generazioni provviste di alta formazione, ben consapevoli del significato di parole come 'cambiamenti climatici, transizione ecologica, agricoltura di precisione, digitalizzazione delle filiere produttive', solo per citarne alcune tra quelle maggiormente utilizzate dai media - ha affermato il presidente dell’Accademia dei Georgofili Massimo Vincenzini - E’ giusto, quindi, prestare la massima attenzione a questi giovani che si sono distinti nel condurre studi e ricerche in un settore fondamentale quale è, e sarà, l’agricoltura nel suo significato più ampio. A loro dovrebbe essere rivolto un sincero ringraziamento da parte di tutta la società civile, ultima destinataria delle innovazioni proposte".

Antibiotico resistenza, utilizzo di bioplastiche in ambito agricolo e guerra contro i batteri

I lavori presentati dagli studenti e analizzati dalla commissione competente si sono concentrati su temi di particolare attualità come l’antibiotico resistenza, l’utilizzo di bioplastiche in ambito agricolo, ma anche la corretta gestione e ottimizzazione delle risorse idriche o la ricerca e la sperimentazione per arrivare a debellare specifiche tipologie di batteri che danneggiano i frutti delle colture che siamo abituati a trovare sulle nostre tavole ad esempio la mela Golden Delicious.
"Ancora una volta AgroInnovation Award ci ha dato la possibilità di scoprire idee fresche e innovative indirizzate a risolvere problemi importanti di cui sentiamo parlare sempre più spesso - ha affermato Ivano Valmori, ceo di Image Line - Ad esempio, fare in modo che nei luoghi dell’agricoltura arrivino plastiche biodegradabili è straordinariamente importante poiché agricoltura e sostenibilità devono poter viaggiare di pari passo. Questo è solo uno dei temi affrontati dai nostri giovani ma l’attenzione che riversano nel cercare di risolvere quei problemi che sono ancora presenti nel settore, ci rende sempre più fiduciosi nel futuro di un’agricoltura attenta alle esigenze del consumatore finale ma anche in grado di rispondere a un processo di sostenibilità sempre più ampio sia dal punto di vista dell’ambiente che dell’ottimizzazione delle risorse".

Non solo premi in denaro ma anche visibilità per i lavori elaborati dagli studenti

La commissione tecnica che ha esaminato le candidature, composta da membri dell’Accademia ed esperti del settore, ha selezionato due tesi di dottorato per le tematiche Agricoltura di precisione e Valorizzazione delle produzioni Made in Italy, alle quali è stato assegnato un premio del valore di 1.500 euro, e otto tesi di laurea magistrale per le quali è stato istituito un premio del valore di 1.000 euro per ognuna delle seguenti aree tematiche: Sostenibilità degli agrosistemi e protezione dell’ambiente, Agrometeorologia e Gestione delle risorse idriche, Ingegneria Agraria e meccatronica, Nutrizione delle Piante, Difesa delle colture, Innovazione varietale e genomica, Zootecnica, Economia Agraria, Sostenibilità degli agroecosistemi e protezione dell’ambiente.
Oltre al premio in denaro, ai lavori elaborati dagli studenti sarà data visibilità sulla testata online AgroNotizie, sui portali del network di Image Line - Fitogest.com, Fertilgest.com, Plantgest.com - e sul portale web dell’Accademia dei Georgofili. Un’occasione importante, che permetterà agli studenti di mettere in luce le proprie idee all’interno di una community, quella di Image Line, che oggi conta oltre 262.000 iscritti e di creare un primo contatto con gli operatori del settore.

E' già possibile candidarsi per la quinta edizione del Premio: c'è tempo fino al 31 dicembre

Durante la cerimonia di premiazione della quarta edizione di AgroInnovation Award, Image Line e Accademia dei Georgofili hanno lanciato la nuova edizione del bando al quale sarà possibile candidarsi entro il 31 dicembre 2021. La quinta edizione del premio si distingue dalle passate edizioni poiché invita gli studenti e i dottorandi a confrontarsi con i temi di una nuova categoria: "Agricoltura digitale: analisi e condivisione dei dati".