Attualità
Attualità

Il prezzo del latte vola: produttori in difficoltà

"Facciamo una fatica incredibile per dare reddito all'agricoltura"

Il prezzo del latte vola: produttori in difficoltà
Attualità Magenta e Abbiategrasso, 28 Dicembre 2022 ore 15:00

Il prezzo del latte arriva a triplicare nelle corsie dei supermercati. Lo dice l’ultima fiera zootecnica di Cremona e lo vede chi ogni settimana riempie il carrello della spesa.

Le preoccupazioni di Coldiretti

Il prezzo del latte arriva a triplicare nelle corsie dei supermercati. Lo dice l’ultima fiera zootecnica di Cremona e lo vede chi ogni settimana riempie il carrello della spesa. Ma come spesso capita non solo la colpa non è di chi il latte lo produce, anzi. Le aziende che allevano vacche da latte di aumenti per la loro produzione in sostanza non ne vedono e da pochi giorni sanno a quanto gli verrà comprato il latte nelle ultime settimane dell’anno e a gennaio, quando sperano di sapere qualcosa per il mese di febbraio.

Un’impostazione che impedisce loro di pianificare al meglio le attività di un’azienda, punto sul quale interviene anche la Coldiretti di Abbiategrasso.

«Possiamo dire che nel mese di dicembre il latte al produttore andrà a sessanta centesimi al litro, circa lo stesso prezzo ottenuto per l'ultimo accordo fatto dai distributori negli ultimi giorni - ha detto il segretario di Coldiretti Enzo Locatelli - Rimarrà a sessanta centesimi con lo scontento un po' del mondo agricolo perché si sarebbe voluto fare un contratto di più lunga durata per dare stabilità alle aziende zootecniche che devono fare una programmazione della loro attività. Oggi siamo ancora in una situazione critica dopo i problemi scaturiti dalla guerra in Ucraina, dall'aumento dei costi di produzione, tutto va a sfavore di una redditività dell'azienda agricola. Certo, la cosa assurda, ma purtroppo è sempre capitato così, è il fatto che al produttore vanno pochi centesimi. Sessanta centesimi per il latte quando il caffè costa un euro o anche di più, questa è la proporzione. Facciamo una fatica incredibile per dare reddito all'agricoltura: quello che è assurdo è che magari al supermercato il latte aumenta molto di più, ma questo non per colpa dell'agricoltore».

La testimonianza dell’agricoltore

Questo racconto viene fornito nell’azienda agricola di Matteo Foi, ad Abbiategrasso.

«Sarei quasi contento se mi venisse riconosciuto qualcosa in più, ma la verità è che il prezzo del latte a dicembre e successivamente resterà invariato - conferma l’agricoltore - Ma le aziende hanno dei notevoli costi di produzione perché molte sono state in difficoltà per la siccità e non hanno prodotto. Tante hanno dovuto mettersi sul mercato acquistando le materie prime nel momento peggiore di tutta la stagione, quindi ci si aspetterebbe un minimo adeguamento per permettere alle aziende di stare a galla e di avere quel minimo di marginalità che serve per far girare tutta l'azienda. Nonostante gli enormi aumenti che ci sono stati allo scaffale della grossa distribuzione in questi mesi, tutto questo aumento non si è distribuito equamente lungo tutta la filiera».

Seguici sui nostri canali