Abbiategrasso: la consegna dei dispositivi

Il Lions dona monitor e termoscanner all'ospedale

Abbiategrasso: la consegna dei dispositivi da parte del Lions club, a supporto delle attività dell'ospedale Cantù

Il Lions dona monitor e termoscanner all'ospedale
Attualità Magenta e Abbiategrasso, 08 Luglio 2021 ore 17:17

Abbiategrasso: la consegna dei dispositivi da parte del Lions club, a supporto delle attività dell'ospedale Cantù

Il Lions dona monitor e termoscanner all'ospedale

Il Lions Club di Abbiategrasso, presente con le sue preziose attività da oltre 40 anni sul nostro territorio, dimostra ancora una volta grande solidarietà agli abbiatensi attraverso gesti concreti come la donazione di apparecchiature necessarie al funzionamento quotidiano di un ospedale. Lo scorso anno, in piena pandemia, donò respiratori polmonari, mentre quest’anno devolve al Cantù due apparecchi monitor paziente modello IntelliVue PP5 Philips in grado di monitorare ben 14 pazienti contemporaneamente (dispositivi già avviati in reparto) e due termo scanner per la rilevazione della temperatura a distanza con riconoscimento facciale.

La cerimonia per la consegna ufficiale si è tenuta questa mattina nell’Auditorium del Cantù, alla presenza delle autorità sanitarie, delle autorità Lions, del vicesindaco di Abbiategrasso Roberto Albetti. Sergio Masini, segretario Lions, ha presieduto l’incontro ricordando, in primis, quanto per il Lions Club sia importante «servire la comunità anche e soprattutto a livello locale, lasciando un segno nelle vite altrui mediante progetti di service umanitario».

La parola è passata al primario del Reparto di medicina generale di Abbiategrasso, Roberto De Giglio, a cui Masini rivolge un affettuoso ringraziamento per il competente impegno. «Questa donazione è un’ulteriore conferma dell’attaccamento e dell’interesse, di cui vado orgoglioso, da parte di Lions verso l’ospedale e chi vi lavora – ha dichiarato De Giglio - Ho consigliato questi apparecchi medicali perché li ritengo tecnologicamente avanzati e utili alle esigenze dei nostri reparti. Ricordo che noi, in ospedale, ci occupiamo di una medicina a bassa intensità, quindi abbiamo bisogno di apparecchi utili nella quotidianità». De Giglio ha esteso il ringraziamento anche a tutti gli operatori sanitari (OSS, infermieri, medici, coordinatori) che, durante la pandemia, con grande partecipazione, non si sono mai tirati indietro e hanno contribuito al buon andamento dell’azienda ospedaliera.

E' quindi intervenuto Cesare Candela, direttore sanitario dell'Asst legnanese: «In queste situazioni si percepisce tutta la volontà per fare qualcosa per l’azienda e i suoi lavoratori, in un contesto dove siamo stati messi a dura prova», ha spiegato. Abbiategrasso, ha ricordato Candela, si è dimostrata, durante la pandemia, una «punta di diamante», il «tassello mancante», dando risposta alle domande di salute del territorio. «È bello trovarsi tutti gli anni ed è bello che siate sempre presenti e puntuali con noi perché obiettivo di tutti è dare il massimo per i cittadini», ha aggiunto rivolgendosi al Lions.

È quindi intervenuto Albetti, che ha ribadito come l'ospedale abbiatense sia destinatario di molte donazioni perché rappresenta un «luogo importante di socialità e sicurezza per i cittadini». Ma Albetti ha rimarcato anche l’altra faccia della medaglia facendo riferimento alla discussa, imminente, riforma della sanità lombarda: «Il nostro ospedale in questo momento sta soffrendo». L’obiettivo è che si lavori per riportarlo «alle sue specialità importanti, che, a livello nazionale, l’hanno caratterizzato per efficienza». Albetti si è detto orgoglioso per il grande lavoro di sintonia e cooperazione in una battaglia che permetta all’ospedale di tornare a fare l’ospedale.

Masini ha quindi chiamato Roberto Trovarelli, immediato Past Governatore del Distretto 108ib4, che ha appena terminato il suo mandato ma non ha esibato a ribadire il suo orgoglio e a ringraziare tutti i soci del Club per il grande impegno. Ringraziamenti sono stati indirizzati anche a Marina Belrosso e Pierangelo Santagostino, Past Governatori del distretto 108ib4. Quest'ultimo ha commentato: «Oggi non parlo più di vivere la mia città ma voglio parlare di territorio più ampio, vado oltre il concetto campanilistico. Credo nel grande lavoro del Lions come Club, credo in questo ospedale come comunità che agisce nel solo interesse del cittadino e credo nella persona del dottor De Ciglio, a cui ci affidiamo perché riteniamo abbia le qualità per portare avanti la nostra missione».

A seguire, il meraviglioso momento della consegna di un piccolo gagliardetto simbolico da parte di Paola Ribolzi, Past Presidente Lions Club Abbiategrasso alle autorità sanitarie. Tra i presenti anche la dottoressa Chiara Radice, a capo della Direzione medica sanitaria di Abbiategrasso-Magenta, Marco Bessi, segretario dell'Associazione Medici di base Abbiategrasso-Magenta, e Roberto Schiavetta, presidente in carica del Lions Club Abbiategrasso. Impronte concrete e tangibili, dunque, nel segno della generosità sensibile e con la speranza in una celere ripresa dell’attività ospedaliera e della sanità territoriale.

4 foto Sfoglia la gallery