Attualità
Attenzione al sociale

Il Comune al fianco delle famiglie in difficoltà

Al Comune di Vittuone sono arrivate nelle ultime settimane diversi richieste di aiuto.

Il Comune al fianco delle famiglie in difficoltà
Attualità Magenta e Abbiategrasso, 23 Marzo 2022 ore 12:17

Il Comune di Vittuone ha messo in campo una serie di aiuti a famiglie e minori dopo le gravi difficoltà segnalte nelle ultime settimane da alcuni cittadini.

La decisione del Comune di Vittuone

Nelle ultime settimane il Comune di Vittuone ha appurato una crescita esponenziale delle fragilità che coinvolgono minori e famiglie. Una condizione emersa in maniera sempre più insistente anche con la fine dello stato d’emergenza, indotto dalla pandemia Covid-19. Situazioni che erano già precarie o addirittura sommerse in periodo pre-covid, si sono acuite o sono affiorate durante la pandemia, manifestando ora conseguenze incontrovertibili. L’emergenza odierna riguarda essenzialmente: la crisi abitativa e le fragilità dei minori, tra difficoltà scolastiche e problemi familiari.

Le richieste pervenute

L’Ufficio dei Servizi Sociali sta ricevendo, a ritmo di 2-3 comunicazioni a settimana, avvisi di sfratti esecutivi, che incombono anche su famiglie con minorenni a carico, residenti a Vittuone. L'Amministrazione Comunale sta cercando di porre rimedio a ogni situazione, con lo scopo di non lasciare nessuno senza una soluzione, senza una casa. Si sta valutando caso per caso per trovare la soluzione più adatta, sia interagendo con l'ufficiale giudiziario e i proprietari di casa, sia ricercando nuove sistemazioni in via emergenziale.

Studenti di ogni ordine e grado scolastico, dal nido alle superiori, stanno evidenziando diverse tipologie di disagio, certificate da specialisti nell’ambito della pedagogia e della neuropsichiatria. C'è un evidente aumento di giovani e bambini con difficoltà cognitive. Le problematiche coinvolgono, quindi, l’area dell'apprendimento, la gestione dei rapporti interpersonali e le disabilità motoria, intellettiva e psichica.

Per ogni singolo caso, l'Amministrazione Comunale mette a punto un progetto educativo mirato, intervenendo con strumenti a sua disposizione, quali l'assistenza scolastica, forme di supporto socio-educativo, ore di sostegno, contributi ai percorsi di cura e assistenza specialistici. Contestualmente, sono aumentate le segnalazioni anche da parte dell’Ufficio Tutela Minori.

Le dichiarazioni del vicesindaco

“Il Covid ha lasciato strascichi non solo dal punto di vista sanitario: oggi raccogliamo un'eredità pesante sotto tutti gli aspetti, in maniera più generale” commenta il vicesindaco e assessore ai Servizi sociali, Ivana Marcioni - Non possiamo né vogliamo - aggiunge - ignorare queste nuove criticità, affrontandole solo superficialmente. Il futuro dipende da come rispondiamo oggi a queste nuove emergenze. E la soluzione, per me, è sempre la prevenzione. I bisogni, infatti, potrebbero pure evolversi in peggio, se trascurati oggi. Per evitare ciò, preferiamo investire ora in un impegno economico considerevole e mirato, al momento più che raddoppiato rispetto al consueto, a costo di fare sacrifici nel bilancio. Sappiamo che si tratta, tra l’altro, di un trend comune, che stanno vivendo anche le municipalità circostanti, con le quali condividiamo lo stesso Ufficio di Piano, la struttura che ci permette di agire in sinergia. I Comuni limitrofi stanno evidenziando la medesima situazione: tutti insieme auspichiamo che anche a livello regionale e statale vengano garantiti dei contributi, data l’emergenza in atto. Noi di certo non vogliamo lasciare soli né intere famiglie né i giovani: vogliamo esserci e fare, perché il nostro impegno sia di supporto, conforto e sollievo. Anche il più piccolo contributo è importante, non è mai fine a se stesso. Esso apre una porta, la possibilità di un dialogo, un varco attraverso il quale si crea un rapporto di fiducia, che può far luce su altre fragilità e bisogni. Spesso, quindi, è la punta dell'iceberg di un problema ancor più grande che, se non affrontato preventivamente, può evolvere in maniera peggiore. Questo è da sempre il mio modo di lavorare, la mia missione. Diversamente, avremo perso due volte: il futuro, oltre al presente, e le prerogative etico/morali che ispirano le scelte della nostra amministrazione".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter