Attualità
Due storie commoventi

I vestiti di Federico e Bianca donati ai ragazzi ucraini

L'Armadio solidale di Dairago tende la mano ai profughi in memoria di due giovani che hanno perso la vita nel fiore degli anni, grazie alla generosità delle loro meravigliose mamme.

I vestiti di Federico e Bianca donati ai ragazzi ucraini
Attualità Legnano e Altomilanese, 20 Marzo 2022 ore 09:00

I vestiti di Federico Clerici e Bianca Ballabio donati ai ragazzi in fuga dalle bombe.

I vestiti di Federico, morto a 10 anni, ora sono del piccolo Vania in fuga dalle bombe

L'Armadio solidale di Dairago vuole raccontare due storie, dei pezzi di vita di due famiglie. Parliamo della storia dei vestiti di Federico e Bianca, due ragazzi strappati alla vita nel fiore degli anni. Il legnanese Federico ha 10 anni, quando per un brutto incidente perde la vita 12 anni fa. La sua mamma, Cristina, conserva i suoi vestiti profumati e stirati in un cassetto, fino a quando i profughi ucraini cominciano a scappare dalla guerra. Si sa quanto è difficile separarsi dagli oggetti di una persona cara che è venuta a mancare, ma caso vuole che quando Cristina decide di portare i vestiti all'Armadio solidale, il giorno dopo arrivi la richiesta per un bambino di 10 anni appena arrivato dall'Ucraina. Così vestiti di Federico puliti e caldi possono vestire il piccolo Vania, appena arrivato.

Quelli di Bianca, spentasi a 20 anni, sono perfetti per due 16enni ucraine appena arrivate

La seconda storia invece è quella di Bianca, anche lei di Legnano, vent'anni, che ha perso la vita nell'agosto 2020 per un tragico incidente. Una ragazza solare e con un sorriso luminoso. Come per Federico i suoi abiti restano nel suo armadio, proprio come li aveva lasciati lei. Passa del tempo e sua mamma Michela, dopo aver visto quello che stava succedendo in Ucraina, va all'Armadio solidale e porta alcune borse con i vestiti di Bianca, proprio nel giorno in cui l'associazione riceve la richiesta per due ragazzine di 16 anni appena arrivate a Busto Arsizio. I suoi vestiti sono perfetti per le due ragazzine ucraine: Michela non ci pensa un attimo e dice subito dateli a loro.

"Grazie di cuore a queste due mamme che hanno donato qualcosa per loro molto prezioso"

"A queste due mamme, Cristina e Michela, due donne meravigliose, che quasi nello stesso momento hanno compiuto il medesimo gesto: donare a chi ne ha bisogno, qualcosa per loro molto prezioso, possiamo solo dire grazie di cuore".
Nella foto di copertina: le volontarie dell'Armadio solidale di Dairago
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter